Quanto possono spendere gli italiani per comprare casa: l’indagine

Quanto possono spendere gli italiani per comprare casa l’indagine
L’indagine su quanto possono spendere gli italiani per comprare casa svela che la maggior parte degli acquirenti è orientata verso la fascia di spesa più bassa

La disponibilità di spesa degli italiani è più alta, si compra quindi anche per il maggior potere d’acquisto su prezzi che continuano a segnare livelli davvero molto bassi, anche se il mercato immobiliare risente ancora del periodo difficile affrontato dai risparmiatori.

La conferma arriva da una ricerca dell’Ufficio Studi del Gruppo Tecnocasa che sottolinea che la maggior richiesta è concentrata nella fascia di spesa più bassa che arriva a 120mila euro, che registra un rialzo del 26 per cento. Il 23,9 per cento della domanda è orientata tra i 120 e i 169 mila euro e il 22,5 per cento tra i 170 e i 249 mila euro.

Le realtà cambiano a seconda della città, a Roma, ad esempio, il 24,5 per cento si orienta verso valori compresi tra 250mila e 349mila euro. Cambia ancora a Firenze, Bari e Milano dove la fascia di spesa si concentra tra 170mila e 249mila euro. Supera la media anche Bologna, dove il 32,6 per cento acquista immobili che costano da 120mila a 169mila euro.

Ad acquistare casa non sono solo i giovani, l’indagine evidenzia che una buona percentuale di acquirenti è in pensione, grazie a risparmi e liquidazione, sono in grado di investire grandi o piccoli capitali. Secondo l’indagine, la percentuale dei pensionati che ha comprato casa è dell’8,5 per cento dei trasferimenti totali, in diminuzione rispetto allo scorso anno. La maggior parte degli acquisti è stata effettuata in contanti, solo il 9,1 per cento ha chiesto un mutuo.

Le tipologie più richieste sono i trilocali (38,8 per cento), seguiti dai bilocali (27,8 per cento) e dai quattro locali (13,6 per cento); solo il 12,9 per cento degli acquisti riguarda ville, villette, rustici, case indipendenti e semi-indipendenti. Il 62,5 per cento ha comprato l’abitazione principale, il 10,7 per cento ha investito in una casa vacanza. Scende la percentuale di chi acquista per puro investimento.

Add Comment