Canoni di locazione in rialzo: +2 per cento per i monolocali

Canoni di locazione in rialzo +2 per cento per i monolocali
Nel primo semestre i canoni di locazione in rialzo segnano la ripresa del mercato, aumenta la componente “lavoro” e “concordato”, in testa i monolocali

C’è una ripresa del mercato delle locazioni, nel primo semestre dell’anno in corso, infatti, i canoni di locazione delle grandi città hanno registrato un incremento, in particolar modo, i monolocali sono cresciuti del 2 per cento, salgono del 1,2 per cento i bilocali e +1,1 per cento per i trilocali.

Lo dice l’Ufficio Studi Gruppo Tecnocasa che evidenzia un segnale positivo su tutte le tipologie che arriva dopo lungo tempo ed è attribuibile prevalentemente ad una diminuzione dell’offerta e ad una migliore qualità degli immobili. La motivazione che spinge gli italiani a preferire la locazione all’acquisto, rimane prevalentemente invariata: il 60 per cento cerca l’abitazione principale, il 36,6 per cento lo fa per motivi legati al lavoro e il 3,4 per cento per motivi legati allo studio. Aumenta leggermente la percentuale di chi va in affitto per motivi di lavoro. Trova sempre più consensi il canone concordato che accontenta le esigenze di proprietari ed inquilini e che sale al 28,1 per cento.

Nel semestre analizzato da Tecnocasa, ancora una volta emerge la necessità di scegliere forzatamente di andare in locazione non avendo la possibilità di accedere al mercato del credito, primi fra tutti i giovani, i monoreddito e gli immigrati; a questi si aggiungono poi gli studenti e i lavoratori fuori sede. I potenziali inquilini, inoltre, sono sempre più esigenti nella ricerca dell’immobile, molto ricercate le soluzioni di “qualità”, vale a dire ben arredate e ubicate in luoghi ben serviti e luminose.

Fra le nuove tendenze, la scelta di abitazioni arredate o parzialmente arredate. Inoltre, è particolarmente apprezzata la presenza del riscaldamento autonomo perché consente una riduzione dei costi condominiali. I proprietari sono più disponibili verso gli inquilini e si attivano per migliorare la qualità dell’offerta abitativa in locazione.

L’analisi demografica di coloro che cercano casa in affitto, ha evidenziato che il 41,2 per cento ha un’età compresa tra 18 e 34 anni, il 25,4 per cento ha un’età compresa tra 35 e 44 anni; il 40,7 per cento è rappresentato da single. Il 39,6 per cento della domanda è orientata verso i bilocali seguiti dai trilocali (34,7 per cento).

Il contratto concordato raccoglie sempre più consensi, passando in un anno dal 22,9 al 28,1 per cento, con percentuali molto più elevate a Genova, Verona e Torino. Con il 57,8 per cento, il contratto a canone libero resta il più utilizzato.

Add Comment