La continua discesa del prezzo delle case: in attesa della ripresa

La continua discesa del prezzo delle case in attesa della ripresa
Si registra la continua discesa del prezzo delle case, l’Italia stenta ancora a decollare e si attende la ripresa per il prossimo anno

Si parla continuamente della ripresa del mercato immobiliare, le varie indagini degli addetti ai lavori hanno frequentemente evidenziato che si respira aria di fiducia da parte degli italiani che sono tornati ad acquistare casa supportati dal mercato dei mutui che propone prodotti molto vantaggiosi.

Gli esperti, con timido ottimismo, prevedono che la ripresa del mercato ci sarà ed il prossimo anno sarà tutto al positivo. Almeno per il momento, però, bisogna attenersi ai dati registrati nell’ultimo trimestre che raccontano di una flessione media dei prezzi dell’1,7 per cento, che tradotto significa 1.818 al metro quadro con un calo del 5,2 per cento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Molto difficile la fase di decollo del mercato immobiliare italiano, tanto che il nostro Paese è quello che nell’Eurozona mostra meno vivacità, quanto alle compravendite. Nel resto d’Europa, l’incremento dei prezzi degli immobili registrato in questo ultimo trimestre è pari al +4,4 per cento complessivo, calcolando la media dei 28 paesi membri dell’Unione Europea. Ad influire negativamente sull’andamento delle compravendite in Italia, è la pesante tassazione sugli immobili e l’instabilità lavorativa che certo non incoraggia ad impegnarsi in un passo molto importante per il bilancio familiare.

Nella classifica delle regioni italiane che risentono maggiormente della pesante situazione, come fanalino di coda si posiziona il Molise con un segnale negativo del 3,6 per cento, come del resto anche le altre regioni; negativo anche l’andamento delle Marche, con -3 per cento e, a sorpresa, la Lombardia.

In controtendenza la Sardegna registra un incremento dei prezzi pari al +0,6 per cento, bene anche Liguria con +0,4 per cento e Puglia (0,2 per cento). Come sempre, la Liguria primeggia sul fronte dei prezzi di vendita, dove per comprare casa bisogna sborsare 2.622 euro al metro quadro, seguita dalla Val d’Aosta (2.466 euro al metro quadro) e dal Lazio (2.429 euro al metro quadro). In Molise per acquistare casa occorrono 998 euro al metro quadro, ancor meno in Calabria, dove basta tirare fuori solo 930 euro al metro quadro. Se queste quotazioni immobiliari sono sconsolanti per chi intende vendere la propria abitazione, non lo sono certo per chi intende acquistare che si trova facilitato dalle condizioni favorevoli.