Residenziale di prestigio a Milano e Roma: bene nuovo e ristrutturato

Residenziale di prestigio a Milano e Roma bene nuovo e ristrutturato
Sta bene il settore residenziale di prestigio a Milano e Roma, primo trimestre positivo sia per le nuove costruzioni che per gli immobili ristrutturati

La dimostrazione che il settore dell’immobiliare di prestigio non conosce crisi, è l’andamento assolutamente positivo del primo trimestre dell’anno in corso dei mercati di Milano e Roma che ha registrato un incremento delle compravendite, pari al 13,8 per cento nel capoluogo meneghino e 10,2 per cento nella Capitale. Per gli immobili nuovi, a Milano ci sono state transazioni tra i 10mila e gli 11mila euro al metro quadro, con picchi isolati fino a 15mila euro al metro quadro, mentre a Roma si sfiorano i 9.500 euro.

Questi sono i dati che emergono dal Market Report realizzato da Engel & Völkers con il supporto scientifico della società di studi economici Nomisma. Lo studio evidenzia che a Milano c’è una forte domanda da investitori stranieri molto interessati agli immobili di prestigio, soprattutto nelle zone della città di maggior pregio quali Brera, Quadrilatero, Magenta, Duse e San Babila, richieste soprattutto dagli stranieri. Il 90 per cento degli acquirenti è italiano, l’85 per cento delle compravendite riguarda la prima casa, in particolare di sostituzione. Il restante 15 per cento, sia nazionale che internazionale, acquista per investimento.

Roberto Magaglio, Licence Partner di Engel & Völkers Milano, ha dichiarato: “La ripresa del mercato nasce da nuovi strumenti di credito, come il leasing immobiliare residenziale, e da una maggiore consapevolezza da parte dei venditori degli attuali valori di mercato. Gli acquirenti, poi, hanno compreso che, dopo dieci anni di prezzi al ribasso e tassi di interesse ai minimi storici, questo è il momento giusto per investire. Molto richieste sono le nuove costruzioni, come quelle gestite da noi in via Ciro Menotti: tagli moderni, domotica, cucina e armadiature su misura incluse nell’offerta sono condizioni particolarmente attrattive per la clientela”.

Molto richiesti gli appartamenti in palazzi d’epoca, la posizione centrale aumenta la quotazione del 20 per cento del prezzo o del canone richiesto, il terrazzo almeno del 10 per cento, per box o posto auto è del 5 per cento. L’offerta di immobili di pregio nuovi o ristrutturati non supera il 15 per cento dello stock, mentre gli immobili ristrutturati rappresentano il 25 per cento del mercato e quelli da ristrutturare il 60 per cento. Positivo anche l’andamento delle locazioni, con 11,4 per cento di contratti stipulati lo scorso anno, a fronte di un dato medio nazionale pari al 5,6 per cento.

Il residenziale di prestigio di Roma risulta essere il primo mercato per compravendite e terzo per prezzi dopo Venezia e Milano. La Capitale è più che richiesta sia dagli italiani che dagli stranieri. La zona più prestigiosa della città è senza dubbio il centro storico e in particolare: Campo Marzio, Monti, San Saba, Trastevere e Borgo Pio. Tra i quartieri di maggior interesse i Parioli e il quartiere Trieste e Prati, Circonvallazione Trionfale, via Cola di Rienzo, via Ottaviano, e Piazza Cavour con prezzi che vanno dai 5mila ai 7mila euro al metro quadro. Tra le zone emergenti, invece, Ostiense, San Lorenzo, San Giovanni e l‘Eur.

A Roma, il maggiore incremento delle compravendite ha riguardato soprattutto gli immobili di grande dimensione con 2.533 transazioni, e di seguito i monolocali (+9,9 per cento), con 2.490 transazioni. Piccole e medie abitazioni, che insieme rappresentano il 54 per cento del mercato, sono le più compravendute.

Secondo il Gruppo immobiliare tedesco, il prezzo degli immobili è determinato dallo stato di manutenzione dell’immobile, la posizione e il contesto. In particolare, per immobili nuovi in buona posizione, le quotazioni si aggirano intorno a 5mila/8mila euro al metro quadro. Le abitazioni non ristrutturate, in ottime posizioni (escluso il centro storico), tra i 4.600 e i 6mila euro al metro quadro.