Dati Istat prezzi delle case: lieve calo ma sostanzialmente stabili

Dati Istat prezzi delle case lieve calo ma sostanzialmente stabili
Secondo i dati Istat prezzi delle case, nel secondo trimestre dell’anno in corso si è verificato un lieve calo rispetto allo stesso periodo dello scorso anno

Ed è ancora un lieve calo dei prezzi delle case nel secondo trimestre dell’anno in corso, si tratta di un timido 0,1 per cento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno (era -0,2 per cento nel trimestre precedente). Secondo le stime preliminari dell’Istat, però, se si considera il trimestre precedente, l’indice dei prezzi delle abitazioni è aumentato dello 0,3 per cento. Facendo un raffronto con i dati Istat del 2010, i valori delle abitazioni hanno registrato una contrazione complessiva del 14,7 per cento.

Il tasso di variazione evidenziato per l’anno in corso, si attesta ad un segnale negativo del -0,1 per cento. In una nota dell’Iistituto Nazionale di statistiche viene specificato: “Questa dinamica conferma la persistenza di una fase di sostanziale stabilità dei prezzi delle abitazioni, successiva al notevole calo registrato tra il 2012 e il 2016. Ciò avviene in presenza di una crescita del numero degli immobili residenziali compravenduti (+3,8 per cento rispetto al secondo trimestre del 2016, in base ai dati dell’Osservatorio del Mercato Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate), ininterrotta dal secondo trimestre 2015 ma che si riduce di ampiezza per il quarto trimestre consecutivo”.

L’orientamento verso il basso dei prezzi delle abitazioni è dovuto quasi esclusivamente alla tendenza delle valutazioni delle abitazioni esistenti che continua ad essere in territorio negativo. Al contrario, sul fronte dei prezzi delle abitazioni di nuova costruzione, si registra una variazione in positivo che si attesta al +0,1 per cento.

Un’altra recentissima indagine relativa all’andamento del mercato immobiliare italiano, evidenziava che i prezzi delle case di seconda mano hanno registrato un effettivo calo dei prezzi delle abitazioni, dallo scorso agosto ad oggi, infatti, si registra l’1,1 per cento in meno rispetto al mese precedente, che portava i prezzi medi delle abitazioni a 1.820 euro al metro quadro.