Come funzionano i mutui liquidità: la convenienza rispetto al prestito

Come funzionano i mutui liquidità la convenienza rispetto al prestito
Un chiarimento su come funzionano i mutui liquidità, più conveniente del prestito per i tassi meno elevati

Qualche anno fa erano molto richiesti i mutui liquidità, con l’arrivo della crisi, però, erano davvero in pochi a ricorrerci ma, negli ultimi tempi, si sta facendo nuovamente strada nell’affollato mercarto dei mutui.

Sia le banche tradizionali che il web, infatti, stanno promuovendo questo tipo di finanziamento. Ma cos’è esattamente un mutuo liquidità? La possibilità di ottenere denaro contante con l’unica condizione di essere proprietari di un immobile e che lo stesso, come condizione sine qua non, sia libero da ipoteche poiché l’immobile rappresenterà la garanzia per la banca per l’erogazione del finanziamento.

Non esistono regole generali per l’erogazione del prestito che si può ottenere, varia da banca a banca ma, in via generale, non supera il 70 per cento del valore dell’immobile. Spetta alla banca anche il diritto di stabilire il piano di rientro della cifra erogata e si va da un minimo di cinque a un massimo di 20/30 anni.

Anche per il mutuo liquidità sarà possibile scegliere il tasso fra fisso, variabile o misto ed è importante considerare che conviene quando si necessita di importi superiori a 30mila euro, generalmente la cifra minima che viene erogata.

Perchè conviene più del prestito personale? Questione di tassi, con il mutuo liquidità i tassi applicati sono decisamente inveriori a quelli del prestito personale, inoltre, i tempi per il rimborso sono più lunghi rispetto ai prestiti personali la cui durata massima è di 10 anni, ciò determina una rata mensile più leggera da pagare.

Altra differenza fra prestito e mutuo liquidità sono i tempi di erogazione, il mutuo ha lo svantaggio di avere tempi di erogazione più lunghi e alcune spese in più da considerare: il costo del notaio per l’iscrizione dell’ipoteca, i costi di istruttoria e di perizia e l’assicurazione scoppio e incendio sempre obbligatoria quando si stipula un mutuo ipotecario.

I requisiti che necessariamente bisogna avere affinchè la banca eroghi il finanziamento sono quelli tradizionali: situazione reddituale che deve garantire la possibilità di rimborso del debito considerando che la rata non deve superare il 30 per cento delle entrate mensili e l’eventuale presenza di altri eventuali finanziamenti in corso.