Tasso variabile contro tasso fisso: diventa interessante il variabile

Tasso variabile contro tasso fisso diventa interessante il variabile
Confrontando il tasso variabile contro tasso fisso, sembra che il variabile potrebbe tornare ad essere il più conveniente

Negli ultimi anni, protagonista del mercato dei mutui è stato indiscutibilmente il tasso fisso, sia per quanto riguarda i nuovi mutui che le surroghe. Un vero e proprio monopolio se si considera che negli ultimi mesi, quasi nove mutui su 10 sono stati stipulati a tasso fisso.

Un vero e proprio annutinamento dei mutuatari che hanno del tutto accantonato il tasso variabile, nonostante dal 2015 l’Euribor fosse negativo, vale a dire l’indice che viene sommato allo spread deciso dalla banca per ottenere il tasso variabile da applicare mensilmente sul mutuo.

Come spiega ampiamente Il Sole 24 ore, il successo del tasso fisso è strettamente legato alla certezza del mutuatario di non vedersi variare la rata nel corso del tempo.

Dallo scorso anno le cose stanno combiando, sembra che chi si accinge ad acquistare casa potrebbe orientarsi verso altre soluzioni. Con la crescita dell’inflazione nell’Eurozona, i tassi Irs, che vanno ad aggiungersi allo spread deciso dalla banca per ottenere il tasso fisso da applicare al mutuo, dopo essere sceso ai minimi livelli, sono risaliti ed hanno spinto in alto il tasso fisso applicato dalle banche.

Tutto questo ha determinato la flessione del tasso variabile negli ultimi 10 mesi, così il differenziale tra i due tassi è cresciuto del 70 per cento.

Ad oggi, il tasso fisso supera il variabile dell’1 per cento, i mutuatari sanno che scegliendo il variabile vanno incontro a un aumento dei tassi, ma si sparge l’opinione che i rialzi dovrebbero essere lenti e graduali, così come ha spiegato il governatore della Bce, Mario Draghi che i “tassi resteranno bassi a lungo”.

Le previsioni sull’andamento dell’Euribor a 3 mesi dicono, inoltre, che l’attuale tasso variabile andrà ad eguagliare l’attuale fisso solo fra cinque anni. Tutti questi fattori potrebbero spingere il tasso variabile e ribaltare completamente la situazione.

Add Comment