Mutui e prestiti green: cresce l’interesse degli italiani

Mutui e prestiti green cresce l’interesse degli italiani
Sarà più facile ottenere mutui e prestiti green per acquistare una casa ecologica, cresce l’interesse degli italiani per le nuove tecnologie

Il risparmio energetico interessa sempre più italiani, il concetto di eco-sostenibilità è ormai diventato un traguardo ambito da tanti, ma le nuove tecnologie non alimentano il mercato del credito green, sia mutui che finanziamenti, non è ancora del tutto decollato.

Questo andamento al rallentatore induce lo stesso settore bancario, sia italiano che europeo, a nuove iniziative che dovrebbero riuscire a cambiare e vivacizzare il mercato verde delle case.

Le varie sedi competenti dell’Unione Europea si stanno già muovendo in tal senso, l’obiettivo è quello di sostenere l’erogazione dei mutui dedicati agli immobili ad alto risparmio energetico che potrebbero favorire sia lo sviluppo del settore edilizio, sia la ripresa delle compravendite. Nelle intenzioni c’è quella di alleggerire i vincoli di capitale delle banche per poter erogare specifici finanziamenti.

Detto in altre parole, l’obiettivo principale da raggiungere è la riduzione della quota di capitale che le banche devono obbligatoriamente accantonare per far fronte ai rischi in misura proporzionale al tipo di impieghi.

A renderlo noto è stata la Federazione Ipotecaria Europea e l’Associazione delle banche italiane nel corso dell’evento “Mutui ed efficienza energetica”. Si tratterebbe di una sorta di contributo alla crescita nel nostro Paese della ristrutturazione di molti edifici costruiti nel dopoguerra.

L’Energy efficient Mortgages Action Plan, ha lo scopo di sostenere l’iniziativa a cui partecipa la stessa Federazione Ipotecaria Europea e l’Università Ca’ Foscari di Venezia. Il progetto, che ha ricevuto i fondi del programma Ue Horizon 2020 per la ricerca e l’innovazione, intende promuovere condizioini più favorevoli per migliorare l’efficienza energetica del patrimonio immobiliare europeo.

Tra i punti chiave dell’iniziativa, che intende fornire una cornice di norme standardizzate, la creazione di un passaporto energetico edilizio che contribuirebbe alla scrittura della “storia” energetica degli immobili riportando i miglioramenti realizzati nel corso del tempo e i dati sulle prestazioni energetiche.

Add Comment