Cresce l’interesse per le località turistiche: in prima linea gli stranieri

Cresce l’interesse per le località turistiche in prima linea gli stranieri
Negli ultimi tempi cresce l’interesse per le località turistiche italiane, che sia mare, lago o montagna sono soprattutto gli investitori stranieri

L’acquisto di una casa vacanza in Italia sta nuovamente prendendo piede, l’Ufficio Studi del Gruppo Tecnocasa ha analizzato l’andamento degli acquisti nelle località turistiche di mare, lago e montagna, ed emerge che nel secondo semestre dello scorso anno, la percentuale degli acquirenti è aumentata, sia per uso personale che per mettere a reddito l’immobile. Molti sono gli italiani che acquitano, ma gli tranieri avanzano alla conquista del nostro Paese.

L’Ufficio Studi del Gruppo Tecnocasa ha registrato un ulteriore ribasso dei prezzi pari al -1,7 per cento per le località di mare, -0,7 per cento per quelle di lago e -2,4 per le località di montagna. Dal 2008 ad oggi le case al mare hanno perso il 38,6 per cento, quelle di lago il 28 per cento e quelle di montagna il 30,1 per cento.

Basandosi sulle motivazioni di acquisto di chi si è rivolto al gruppo, la percentuale registrata è del 6,7 per cento di compravendite contro i precedenti 7,4 per cento, ma gli acquisti ad uso investimento sono passati dal 16,2 per cento al 18,6 per cento in un anno.

Negli ultimi anni sempre più turisti stranieri hanno scelto l’Italia per le loro vacanze, per l’anno in corso è prevista una crescita del 4 per cento.

La tipologia più richiesta è il trilocale, con il 29,5 per cento, seguito da soluzioni indipendenti (27,6 per cento) e dal bilocale con il 25 per cento. Gli italiani sono più orientati verso l’appartamento, per questioni di budget, gli stranieri preferiscono acquistare le soluzioni indipendenti.

Nel secondo semestre dello scorso anno, si è registrata una ulteriore diminuzione delle località di mare in Italia (-1,7 per cento). Tra le regioni maggiormente in calo il Veneto, il Friuli Venezia Giulia e il Lazio. La regione con una flessione più contenuta è stata la Sicilia, seguita dalla Campania.

Gli stranieri sono tornati ad acquistarein Campania (Ischia, Sorrento e, in misura minore, ad Amalfi e Positano), Sicilia (nell’area di Castellammare del Golfo e Scopello) e Liguria (con un ritorno importante dei francesi nell’imperiese e agli albori nel savonese), dove gli interventi per la nascita di piste ciclabili stanno diventando un importante elemento attrattivo.

Gli stranieri acquistano spesso abitazioni d’epoca nei borghi di mare, oppure soluzioni indipendenti ma abbastanza nascoste, ma con vista panoramica sul mare. Gli stranieri hanno quasi sempre budget importanti, anche un milione di euro. Gli italiani, invece, dispongono di un budget inferiore, per questo scelgono appartamenti non lontani dal mare e se possibile con spazio esterno e vista mare.Il fronte mare ormai è appannaggio di una bassa percentuale di acquirenti.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.