Flessione dei prezzi delle case: a maggio calano dello 0,6 per cento

Flessione dei prezzi delle case a maggio calano dello 0,6 per cento
A maggio si è verificata una flessione dei prezzi delle case pari allo 0,6 per cento, in un anno i valori sono diminuiti del 5,7 per cento

A maggio i prezzi delle case usate sono leggermente diminuiti dello 0,6 per cento rispetto ad aprile, una media di 1.863 euro al metro quadro, in termini annuali il calo è del 5,7 per cento. L’ultima rilevazione realizzata dal portale idealista.it, evidenzia che il trend al ribasso dei prezzi conferma quanto già verificatosi nel primo trimestre dell’anno in coro, con un ribasso certificato del -1,3 per cento dell’usato.

Il rallentamento non è uniforme e cambia di regione in regione di tutto il territorio nazionale, i 2/3 dei centri capoluogo monitorati, le variazioni cambiano tra il positivo 1 per cento al -1 per cento.

Sul fronte delle regioni, si sono registrate contrazioni in 14 macroaree su 20: nel Lazio (-1,7 pe cento) le svalutazioni maggiori, seguito da Friuli Venezia Giulia (-1,4 per cento), Emilia Romagna (-1,2 per cento) e Campania (-1,1 per cento). Al contrario, il rimbalzo maggiore è in Calabria (1,1 per cento), seguiti da Lombardia (0,5 per cento) e Puglia (0,4 per cento).
Con una media di 2.639 euro al metro quadro, la Liguria è la regione più cara seguita da Lazio (2.487 euro al metro quadro) e Valle d’Aosta (2.458 euro al metro quadro). Si spende molto meno in Calabria (933 euro al metro quadro), Molise (1. 028 euro al metro quadro) e Basilicata (1.183 euro metro quadro).

A maggio crescono le aree con segnali negativi rilevati nelle province, ora sono 59 contro le 54 del mese scorso le province con i prezzi in ribasso, con Rovigo (-7,8 per cento), Trieste (-6,7 per cento) e Verbano-Cusio-Ossola (5,5 per cento). All’opposto, il picco delle rivalutazioni si verificano a Macerata (5,1 per cento), Sondrio (5 per cento) e nel biellese (3,3 per cento). Anche nei centri più piccoli si sta andando verso la stabilizzazione dei prezzi.

Savona (3.331 euro al metro quadro) e Bolzano (3.138 euro al metro quadro) mantengono i prezzi a livello provinciale. Fanalino di coda Biella con 682 euro, e Rieti con 988 euro al metro quadro, seguite da altre 12 province con prezzi di 1.000 euro al metro quadro.

Piuttoto consistente il trend al ribasso dei prezzi delle case nella maggior parte delle grandi città: Trieste (-6 per cento), Teramo (-4,5 per cento) e Cuneo (-4,3 per cento). Un leggero rialzo, invece, a Pordenone (5,3 per cento), Latina (4,1 per cento) e Verona (4,3 per cento).

A maggio quasi tutti i grandi centri hanno vito prezzi in ribasso tranne che Bologna (0,9 per cento), Bari (0,2 per cento) e Venezia (0,2 per cento). Stabili i prezzi a Torino, giù tutti gli altri capoluoghi di regione da Palermo (-0,4 per cento), a Napoli (-1,6 per cento), passando per Roma (-1,2 per cento) e Milano (-0,8 per cento).

In prima posizione per i prezzi delle case troviamo Venezia con i suoi 4.368 euro al metro quadro davanti a Firenze (3.421 euro al metro quadro) e Milano (3.377 euro al metro quadro). Ultima nella classifica realizzata dal portale idealista è Biella (727 euro al metro quadro) davanti a Caltanissetta (796 euro al metro quadro) e Gorizia (831 euro al metro quadro).

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.