Mercato immobiliare Regno Unito: salgono i prezzi per l’effetto Brexit

Mercato immobiliare Regno Unito: salgono i prezzi per l’effetto Brexit
Segnali negativi per il mercato immobiliare Regno Unito, i prezzi delle case in vendita cntinuano la corsa al rialzo, diminuiscono i canoni di locazione, pesa l’effetto Brexit.

E’ un momento difficile per il mercato immobiliare del Regno Unito, l’effetto Brexit sta sortendo i suoi effetti negativi. Se ne torna a parlare dopo qualche mese, del resto, il settore è fondamentale per l’economia di un Paese, e gli esperti lo hanno messo sotto la lente di ingrandimento per misurare gli effetti sul Paese della Brexit.

Il desiderio di diventare proprietari di casa è comune in tutto il mondo, in questo momento il sogno degli inglesi vive una fase contrastante che richiede molta attenzione da parte dei futuri acquirenti.

I prezzi delle case, infatti, non accennano a diminuire, al contrario non arrestano la loro corsa al rialzo. Un cambio di tendenza si verifica anche sul fronte dei canoni di locazione che stanno attraversando una fase di forte contrazione.

Un recente rapporto realizzato dall’Office for National Statistics (Ons) alla fine dello scorso anno, i prezzi delle abitazioni hanno registrato un rialzo piusstosto consistente pari +7,2 per cento, superando anche le previsioni di crescita degli operatori del settore e confermando la tendenza alla crescita iniziata sul finire del 2013.

Attualmente, per acquistare un immobile ad uso abitativo occorre sborsare circa 220.000 sterline, 15.000 sterline in più rispetto al precedente anno. Il fattore prezzo, dunque, induce il potenziale acquirente a procedere con molta attenzione prima di compiere il grande passo.

Va anche tenuto conto che le locazioni stanno facendo passi da gigante, secondo i dati diffusi a febbraio dall’agenzia Countrywide, per la prima volta dal 2010 si è verificato un calo dei costi. Nello specifico, nell’ultimo anno, i canoni di locazione sono diminuiti del -0,6 per cento su tutto il territorio nazionale, posizionandosi attorno alle 921 sterline mensili.

Gli analisti si limitano a consigliare di procedere con molta prudenza senza sbilanciarsi più di tanto sulle cause di questi fenomeni. Non tutte le colpe vengono addebitate all’effetto negativo della Brexit, un’altra probabile causa è la grande disponibilità di appartamenti, in particolar modo a Londra dove, prima che intervenisse l’inaspettato aumento dei prezzi delle case, gli invstitori hanno acquistato immobili che hanno poi ceduto in locazione.

Add Comment