Come cambia Catania: la nuova metro vivacizza l’immobiliare

Come cambia Catania la nuova metro vivacizza l’immobiliare
Inaugurata la nuova fermata metro a Catania, i buoni collegamenti saranno utili al mercato immobiliare.

Il ministro Graziano Delrio a Catania ha inaugurato una nuova tratta della metropolitana Nesima-Giovanni XXIII, circa nove chilometri di linea che migliorerà i collegamenti in città e, dunque, faciliterà gli spostamenti con ricadute importanti sul settore immobiliare.

Nel mirino dell’amministrazopme ci sono metropolitana, aeroporto e porto, spiega Salvo Di Salvo, assessore all’Urbanistica della città, punti importanti per facilitare i collegamenti in città: “Se l’aeroporto è a 2 km dalla città, il porto è nel cuore del centro storico, nell’area barocca. Abbiamo lavorato molto per aprirlo alla città, anche abbattendo un muro che separava città e acqua, programmando una crescita strategica dal punto di vista della diportistica e delle crociere”.

Ad essere favoriti saranno anche turismo ed attività economiche. Catania ha chiesto al governo un contributo di 17 milioni per interventi mirati sulle aree di San Giovanni Galermo e Trappeto Nord per un’operazione di “rammendo della periferia”, l’obiettivo è quello di “… portare a termine opere pubbliche previste dal Prg e mai compiute intervenendo in aree di forte disagio sociale”.

Il Patto per Catania ha stanziato 740 milioni di euro da investire entro il 2020 per iniziative legate alle infrastrutture, all’ambiente, allo sviluppo economico e produttivo, al turismo e alla cultura, alla sicurezza e alle politiche sociali.

Il Sindaco Enzo Bianco ha sintetizzato: “già quattro aggiudicazioni per mettere in sicurezza 19 scuole. Presto in gara le opere per la zona industriale”.

Poche movità sul fronte dell’housing sociale anche se molto si sta facendo per realizzare nell’area del Centro Direzionale Cibali (18 ettari complessivi nel cuore della città, frutto di un fallimento) un progetto di housing sociale.

L’operazione di rigenerazione urbana sulla quale Catania scommette il suo futuro con i privati, resta quella di Corso Martiri della Libertà, nel quartiere San Berillo, con un progetto firmato da Mario Cucinella Architects. Come ha precisato l’assessore Di Salvo: “Noi ci siamo posti come facilitatori dei procedimenti, chiedendo la partecipazione dei soggetti interessati nella Conferenza dei Servizi”.