Piano Federal Building: progetti per la riqualificazione delle caserme

Piano Federal Building: progetti per la riqualificazione delle caserme
Piano Federal Building: progetti per la riqualificazione delle caserme
Piano Federal Building: progetti per la riqualificazione delle caserme. Le caserme diventano uffici pubblici. Su questo progetto punta Roberto Reggi, direttore del Demanio.

L’Agenzia del Demanio per i prossimi anni punterà soprattutto sul Piano Federal Building per la riqualificazione delle caserme. Si tratta di progetti di ampio respiro, che richiedono lunghe fasi tra progettazione e realizzazione, ma in quessto modo lo Stato potrà razionalizzare il proprio portafoglio immobiliare e ottimizzare gli uffici pubblici. Il Piano Federal Building, infatti, punta a concentrare sedi di amministrazione dello Stato in uno o più immobili pubblici, con un obiettivo preciso: garantire risparmi e servizi più efficienti.

A Milano, ad esempio, grazie ad una recente operazione, saranno riqualificate le caserme Montello e Santa Barbara: l’Università Cattolica ha acquisito la Caserma Garibaldi per 88 milioni di euro, una cifra che sarà erogata come finanziamento per la riqualificazione della Caserma Montello, che sarà così disponibile per le esigenze della Polizia di Stato, e la Caserma Santa Barbara per il ministero della Difesa.

Nove i progetti di Federal Building già in essere per oltre 300 milioni di euro, con altri 20 (800 milioni) nel 2017 si darà l’avvio alla progettazione e ai successivi interventi.

In proposito spiega Roberto Reggi, direttore del Demanio: “La prossima sfida, parte di un piano lavori 2018/2019, riguarda la riqualificazione delle caserme. Il primo e maggiore progetto è relativo alla caserma Boscariello a Napoli con l’obiettivo di concentrare tutte le forze di polizia della città, con un risparmio di 3,2 milioni di euro all’anno di affitto. Il progetto richiede cento milioni di investimento e cinque milioni per la fase di progettazione. L’operazione sarà consentita dalla norma approvata nella finanziaria quest’anno che permette di utilizzare fondi Inail. L’ente finanzia il progetto in cambio di un rendimento garantito del 3 per cento”.

Alla fine del 2016 il Federal Building avrà accumulato un risparmio di 75 milioni di euro, 13 milioni i minori costi annui, a fine 2021 si arriverà a risparmi di 116 milioni. Ecco, quindi, perché il contributo del Federal Building alla finanza pubblica consentirà la riduzione della spesa corrente.

Per quanto riguarda le vendite, tra il 2017 e il 2019 le vendite saranno dell’ordine dei 900 milioni di euro. Si è scesi progressivamente dai 1,687 miliardi di euro del 2013 ai 750 milioni di euro del 2016, come conferma il direttore dell’Agenzia del Demanio. Quindi, viene venduto sempre meno alla Cassa depositi e prestiti, che nel corso del 2015 sul totale di 946 milioni di euro di vendite del Demanio ha acquistato solo 50 milioni di euro.

Ad oggi il Demanio gestisce 45.397 immobili per un controvalore di quasi 60 miliardi di euro. Di questi 16.499 beni (il 4% del valore totale con un prezzo medio di 145mila euro) sono immobili disponibili per la valorizzazione: non sono immobili di pregio, sono immobili difficili la cui manutenzione pesa sul bilancio dello Stato, ma con opportuni interventi di riqualificazione potrebbero diventare strutture utili produttivi di economia, per gli utilizzi pensati ad hoc.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.