Mostra “Ambient Intelligence Student Showcase 2016”: 4 ottobre 2016

Mostra “Ambient Intelligence Student Showcase 2016”
Mostra “Ambient Intelligence Student Showcase 2016”
Mostra “Ambient Intelligence Student Showcase 2016” i progetti sviluppati dai ragazzi. 4 ottobre 2016, alle ore 17.00 – Sala Agorà, I3P, Politecnico di Torino.

Mostra “Ambient Intelligence Student Showcase 2016” i progetti sviluppati dai ragazzi, in programma per il 4 ottobre 2016, al Politecnico di Torino, terza edizione: sarà l’occasione per presentare soluzioni innovative proposte dagli studenti del Politecnico di Torino. I tre progetti migliori riceveranno un premio: 70 i ragazzi e le ragazze che hanno preso parte al corso di Ambient Intelligence, tenuto dal professor Fulvio Corno e dagli ingegneri Luigi De Russis e Teodoro Montanaro.

I futuri ingegneri hanno imparato come progettare – dall’ideazione alla realizzazione – sistemi di intelligenza ambientale, integrando tecnologie di sviluppo software (server, web, desktop, mobile), dispositivi Internet of Things (IoT), come dispositivi domotici, beacon, smartwatch, sensori, luci, e nodi di elaborazione basati su piattaforme Raspberry Pi e Arduino.

La Mostra “Ambient Intelligence Student Showcase 2016” è organizzata dal Dipartimento di Automatica e Informatica insieme a TreataBit (programma di supporto per startup digitali dell’Incubatore di imprese innovative del Politecnico I3P) e con il supporto di aziende quali Alyt, Consoft, Reply, Reti e Nital. È una mini-fiera aperta a studenti e professionisti interessati; un’occasione per assistere alla dimostrazione dei prototipi ideati e, per i ragazzi, un’opportunità per entrare in contatto con le aziende.

Ambient Intelligence è la tecnologia capace di adattare alle nostre esigenze gli spazi in cui viviamo. Ambient Intelligence, ovvero ambienti resi “intelligenti” grazie alla capacità di particolari dispositivi in grado di reagire alla presenza delle persone al loro interno e di rispondervi in maniera adeguata.

Questi dispositivi sono ad elevata tecnologia: per l’elevato grado di sofisticatezza con cui sono progettati hardware e software, si possono anche connettere fra loro per creare ambienti interi (edifici, case, città) più sicuri, user-friendly e con un elevato grado di comfort. Capacità finora appannaggio esclusivo del cervello umano.

I prototipi
Per i loro prototipi, i ragazzi hanno utilizzato gli ambienti che conoscono meglio: le loro stanze, le strade percorse ogni giorno, le aule, i bar, le biblioteche e i cortili del Politecnico e della città. Perché dalle esigenze vissute ogni giorno nascono idee per rendere l’ambiente più intelligente e confortevole. Ad esempio, per creare una stanza tranquilla in cui rilassarsi o studiare nasce il progetto RoompathY, un ambiente adeguato alle emozioni di chi lo vive, in grado di raccogliere informazioni quali il battito cardiaco e di creare un profilo psicologico del proprio utilizzatore ponendo qualche semplice domanda mediante un’applicazione web.

Il progetto Free To Breathe nasce per chi fatica ad uscire di casa, anche solo per andare a lavoro, a causa di fastidiose allergie primaverili o di asma: è un sistema interattivo che permette di analizzare l’ambiente e i suoi parametri per adattarli alla propria salute rilevando la presenza di sostanze allergeniche ed eliminarle rapidamente.

La Ambient Intelligence può contribuire a realizzare veri e propri dispositivi salvavita, come il progetto Angee, che avverte i genitori se il loro bambino ha assunto nella culla posizioni pericolose; che può anche semplificare le nostre vite: ad esempio, chi ha il pollice verde ma è troppo impegnato potrà contare sul progetto DigiGarden, un dispositivo in grado di supervisionare le piante e gestirle quando il proprietario non può o non è a casa, oppure i proprietari di animali domestici potranno contare sul monitoraggio delle loro condizioni e delle loro esigenze offerto da Pet Care.

Sono soltanto alcuni dei molti altri prototipi in mostra in grado di farci viaggiare in un futuro sempre più vicino, in cui ambienti digitalizzati si adattano sempre più alle esigenze delle persone.

Per conoscere tutti i prototipi in mostra: https://ami-2016.github.io/

Per iscriversi alla Mostra “Ambient Intelligence Student Showcase 2016”: 4 ottobre 2016:
http://www.treatabit.com/article/ambient-intelligence-students-showcase-2016

Mostra “Ambient Intelligence Student Showcase 2016” i progetti sviluppati dai ragazzi
4 ottobre 2016, alle ore 17.00
Sala Agorà, I3P
Politecnico di Torino (Via Pier Carlo Boggio, 59 – Torino).

One thought on “Mostra “Ambient Intelligence Student Showcase 2016”: 4 ottobre 2016

  1. Complimenti a Stefano Codazzo e al suo compagno di studi per il progetto presentato: serio, dettagliato e di prospettiva

Comments are closed.