Il Leasing immobiliare abitativo2: la Guida dal Mef

Il Leasing immobiliare abitativo2
Il Leasing immobiliare abitativo2
Presentata il 1° marzo u.s. la Guida “Il Leasing immobiliare abitativo”, realizzata dal Mef in collaborazione con Assilea, Consiglio Nazionale del Notariato e Associazioni dei consumatori.

Con la stipula del Leasing immobiliare abitativo (o contratto di locazione finanziaria), la società di leasing, che può essere la banca o l’intermediario finanziario autorizzato da Banca d’Italia all’esercizio dell’attività di leasing, ha l’obbligo di acquistare o far costruire l’immobile scelto dall’utilizzatore, il quale lo riceve in uso per un periodo predeterminato, pagando un canone periodico.

Alla scadenza del contratto, l’utilizzatore può riscattare la proprietà dell’immobile, pagando il prezzo stabilito a priori dal contratto. Di seguito, focus su leasing cointestato e sulle tutele del consumatore.

Il leasing immobiliare abitativo cointestato
Il leasing “prima casa” può essere cointestato a diversi soggetti, a condizione che ognuno di essi sia in possesso dei requisiti richiesti, ovvero che ognuno abbia un reddito complessivo non superiore a 55.000 euro e un’età inferiore a 35 anni. Anche nel caso di leasing immobiliare abitativo cointestato è possibile fruire delle agevolazioni IRPEF, che spettano a ogni soggetto in misura proporzionale alla percentuale di intestazione del contratto.

Per quanto riguarda l’Iva, se la società di leasing immobiliare abitativo acquista la casa dal costruttore e se il costruttore è soggetto passivo Iva, si applica l’aliquota Iva ridotta del 4% e non l’Iva al 10%. Da segnalare che la società di leasing può finanziare l’Iva, le imposte d’atto, le spese notarili e peritali sull’immobile.

A tutela del consumatore
Nel leasing prima casa una norma unica nel suo genere a tutela del consumatore, il quale può richiedere la sospensione del contratto se perde il lavoro, qualunque sia il rapporto di lavoro: rapporto subordinato, rapporti di lavoro di agenzia, di rappresentanza commerciale e altri rapporti di collaborazione (art. 409, numero 3 c.p.c.), anche se non subordinato.

Tuttavia, la sospensione del contratto non è prevista in caso di risoluzione consensuale del rapporto di lavoro, di recesso datoriale per giusta causa, di recesso del lavoratore non per giusta causa, di risoluzione per limiti di età con diritto a pensione di vecchiaia o di anzianità, di licenziamento per giusta causa o giustificato motivo soggettivo, di dimissioni del lavoratore non per giusta causa.
Nessuna commissione è dovuta per la sospensione, non sono previste spese d’istruttoria, non servono garanzie aggiuntive.

In caso di inadempienza dell’utilizzatore nel pagamento dei canoni dovuti, la società di leasing, per il rilascio dell’immobile, può procedere con convalida di sfratto in base all’art. 1, co. 81, legge 28 dicembre 2015 n. 208, quindi con lo stesso procedimento che la legge prevede per le locazioni ordinarie in caso di morosità dell’inquilino. Il giudice competente è sempre il tribunale del luogo in cui si trova l’immobile.

Per la vendita successiva
Per la successiva vendita dell’immobile, la società di leasing immobiliare abitativo, in base all’art. 1, comma 78, legge 28 dicembre 2105 n. 208 e in base a doverosi criteri di trasparenza e pubblicità nei confronti del cliente inadempiente, ha degli obblighi, ovvero:
• deve adottare procedure che garantiscano il miglior risultato possibile nell’interesse anche dell’utilizzatore inadempiente;
• una volta venduto e/o ricollocato il bene, la società di leasing dovrà restituire all’utilizzatore inadempiente il ricavato dalla vendita e/o ricollocazione, al netto delle somme che ha il diritto di trattenere e di seguito indicate:
1) la somma dei canoni scaduti e non pagati fino alla data della risoluzione;
2) i canoni successivi alla risoluzione attualizzati;ù
3) spese condominiali eventualmente sostenute, assicurazioni, costi tecnico/legali, ecc.;
4) il prezzo pattuito per l’esercizio del riscatto finale.

In caso di fallimento della banca o della società di leasing immobiliare abitativo, il contratto di leasing prosegue regolarmente, applicando la disciplina prevista dalla legge fallimentare.

(continua)

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.