Problemi condominiali: Confedilizia informa

Problemi condominiali-Confedilizia-informa
Problemi condominiali-Confedilizia-informa
La rubrica fornisce risposta solo a quesiti di interesse generale su problemi condominiali. Non saranno, pertanto, presi in considerazione quesiti né a carattere personale né relativi a questioni già pendenti innanzi all’Autorità Giudiziaria.

I quesiti di febbraio sui vari, possibili problemi condominiali ai quali Confedilizia risponde. In calce gli indirizzi delle Associazioni e il numero telefonico ai quali potrete rivolgervi in ogni caso di competenza. Un utile servizio d’informazione periodica.

COLONNINE PER LA RICARICA DI AUTO ELETTRICHE
Un condomino domanda se la legge preveda specifiche maggioranze per deliberare l’installazione, in edifici condominiali, di colonnine per la ricarica di auto elettriche.
La materia è regolata dall’art. 17-quinquies, d.l. n. 83 del 22.6.’12 (così come convertito dalla l. n. 134 del 7.8.’12), il quale stabilisce, al secondo comma, che “le opere edilizie per l’installazione delle infrastrutture di ricarica elettrica dei veicoli in edifici in condominio sono approvate dall’assemblea di condominio, in prima o in seconda convocazione, con le maggioranze previste dall’articolo 1136, secondo comma, del codice civile”.

La norma introduce, all’evidenza, una deroga agli ordinari quorum necessari per deliberare in materia di innovazioni, con il risultato che, per approvare le installazioni in questione, sarà sufficiente un quorum deliberativo costituito, tanto in prima quanto in seconda convocazione, dalla maggioranza degli intervenuti e da almeno la metà del valore dell’edificio (ferma restando, naturalmente la necessità di un quorum costitutivo formato da tanti condòmini che rappresentino, in prima convocazione, la maggioranza dei partecipanti al condominio e i due terzi del valore dell’edificio; in seconda convocazione, un terzo dei partecipanti al condominio e almeno un terzo del valore dell’edificio).

LOCAZIONE DI UNA SOFFITTA E SPESE DI REGISTRAZIONE
Si domanda se, in caso di locazione di una soffitta, sia legittimo porre le spese di registrazione del relativo contratto ad esclusivo carico dell’inquilino.
La locazione di cui si parla è regolata dal codice civile (artt. 1571 e seguenti), con la conseguenza che le parti sono libere di ripartire le spese di registrazione nel modo che ritengono più opportuno. La risposta al quesito, pertanto, è affermativa .

NOTA
I quesiti su problemi condominiali vanno inoltrati alla Confedilizia tramite le oltre 200 Associazioni territoriali aderenti alla stessa e presso le quali è possibile attingere anche ogni ulteriore informazione. Per gli indirizzi delle Associazioni consultare i siti www.confedilizia.it/www.confedilizia.eu oppure telefonare al numero 06.67.93.489.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.