Bonus efficienza energetica: confermato in Stabilità 2016

Bonus efficienza energetica confermato in Stabilità 2016
Bonus efficienza energetica
Confermato per il 2016 il bonus efficienza energetica con le detrazioni Irpef e Ires del 65 per cento per gli interventi di risparmio energetico. Proroga anche per gli impianti di climatizzazione invernale.

La Legge di Stabilità ha prorogato fino al 31 dicembre 2016 il bonus efficienza energetica, con la detrazione Irpef e Ires del 65 per cento per gli interventi sul risparmio energetico mirati alla riqualificazione degli edifici, per gli impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili e per le schermature solari.

Confermato il bonus efficienza energetica anche per gli interventi verdi realizzati dagli Istituti autonomi per le case popolari; è stato confermato anche il bonus sugli “interventi verdi” effettuati dagli Istituti autonomi per le case popolari, a sostegno delle spese sostenute per la realizzazione di interventi su immobili di loro proprietà adibiti a edilizia residenziale pubblica.

Esteso il bonus efficienza energetica, con la detrazione Irpef e Ires del 65 per cento, ai dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamento e climatizzazione, con la possibilità per i contribuenti incapienti di cedere l’agevolazione alle imprese che hanno eseguito i lavori sulle parti comuni del condominio e non alle banche.

Una novità: per le spese sostenute nel 2016 per la realizzazione di interventi effettuati in parti comuni dei condomini, anche dipendenti, pensionati, lavoratori autonomi e imprenditori in contabilità semplificata, che risultano incapienti (a basso reddito), possono non usare direttamente la detrazione del 65 per cento, ma hanno la facoltà di cedere il credito corrispondente ai fornitori che hanno effettuato l’intervento in condominio.

L’Agenzia delle Entrate, con apposito provvedimento da emanare entro 60 giorni dall’entrata in vigore della Legge di Stabilità, comunicherà le modalità per fruire delle detrazioni. Fino al 31 dicembre 2016, quindi, è possibile detrarre dall’Irpef e dall’Ires il 65 per cento delle spese sostenute per:

  • acquisto, installazione e messa in opera di dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamento;
  • acquisto, installazione e messa in opera di impianti per la produzione di acqua calda o di climatizzazione delle unità abitative, non solo per fornire agli utenti l’esatta informazione sui loro consumi energetici, ma anche per garantire un funzionamento efficiente degli impianti stessi.

In particolare, i dispositivi devono fornire periodicamente, mediante appositi canali multimediali, i dati sui consumi, oltre che dimostrare le condizioni correnti di funzionamento e la temperatura di regolazione degli impianti, oltre a consentire l’accensione, lo spegnimento e la programmazione settimanale degli impianti da remoto.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.