Detrazione 50% per acquisto case vendute da imprese

Detrazione 50 per cento per acquisto case vendute da imprese
Detrazione 50 per cento per acquisto case vendute da imprese

Detrazione 50% per l’acquisto di case vendute da imprese costruttrici o ristrutturatrici entro 18 mesi dal termine dei lavori. Aggiornamento dall’Agenzia delle Entrate.

È possibile fruire della detrazione del 50% per l’acquisto di abitazioni direttamente dalle imprese di costruzione o ristrutturazione oppure anche da cooperative edilizie se ne ricorrono i requisiti richiesti. Cosi spiega l’Agenzia delle Entrate nella guida “Fisco e casa: acquisto e vendita”, aggiornata al mese di aprile 2015. Di seguito in particolare.

Quando si applica la detrazione del 50%

La detrazione 50% si applica su interventi di restauro e risanamento conservativo e di ristrutturazione edilizia, come indicati alle lettere c) e d) del comma 1 dell’articolo 3 del Dpr 380/2001. È prevista per l’acquisto di abitazioni vendute da imprese costruttrici o ristrutturatrici entro 18 mesi dal termine dei lavori su un limite massimo di spesa di 96.000 euro riferito alla singola unità abitativa e non al numero di persone che partecipano alla spesa. Pertanto, l’importo va suddiviso tra tutte le persone che hanno diritto all’agevolazione.

Le condizioni

Per fruire della detrazione del 50% (detrazione Irpef) sono richiesti i seguenti requisiti:

  • l’acquisto o l’assegnazione dell’unità abitativa deve avvenire entro 18 mesi dalla data del termine dei lavori
  • l’immobile acquistato o assegnato deve far parte di un edificio sul quale sono stati eseguiti interventi di restauro e di risanamento conservativo o di ristrutturazione edilizia riguardanti l’intero edificio.
  • la detrazione del 50% si applica solo per gli interventi edilizi che riguardano l’intero fabbricato e non solo una parte di esso, anche se rilevante.

Si ricorda che…

In caso di compromesso, per fruire della detrazione il rogito dev’essere stipulato entro i termini previsti.

Per fruire dell’agevolazione non è necessario effettuare i pagamenti mediante bonifico.

NOTA

La detrazione fiscale per la prima casa ha seguito un iter che qualcuno forse non conosce ancora. Ecco, quindi, dall’Agenzia delle Entrate un utile aggiornamento.

Dopo la prima norma che aveva introdotto per la prima casa l’agevolazione del 36%, norme successive ne hanno stabilito l’aumento in percentuale e per l’importo massimo. Più precisamente, è stata stabilita la detrazione del 50% (invece che del 36%) per le spese di acquisto sostenute nel periodo compreso tra il 26 giugno 2012 e il 3 a1 dicembre 2015 entro l’importo massimo di 96.000 euro invece che di 48.000 euro. Dal 1° gennaio 2016 la detrazione tornerà alla misura ordinaria del 36% con un importo massimo di 48.000 euro.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.