Catasto click day: parte oggi il nuovo sistema digitale

Catasto click day, parte oggi il nuovo sistema digitale
Catasto click day, parte oggi il nuovo sistema digitale

Parte oggi, 1° giugno,  il catasto digitale. I professionisti potranno trasmettere comunicazioni e aggiornamenti sugli immobili solo via web (Provvedimento Agenzia delle Entrate 11 marzo 2015).

Era atteso e parte oggi, 1° giugno 2015, il Catasto digitale, ovvero il nuovo obbligo con i nuovi strumenti, non più in forma cartacea, per i professionisti che dovranno trasmettere solo via web i documenti DOCFA e PREGEO per l’aggiornamento dei dati catastali.

Infatti, come previsto dal provvedimento dell’Agenzia delle Entrate dell’11 marzo 2015, da oggi è obbligatorio, per i professionisti, inviare “solo” in via telematica le comunicazioni per l’aggiornamento dei dati catastali in caso di nuove costruzioni o di variazioni relative a un immobile, quali ampliamento, ristrutturazioni, accorpamenti e simili.

La digitalizzazione del Catasto indubbiamente semplifica gli adempimenti per geometri, ingegneri, architetti, dottori agronomi, periti, in sintesi per tutti i professionisti del settore, che possono inviare le comunicazioni mediante i software messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate, disponibili 7 giorni su 7 e 24 ore su 24: un ufficio sempre aperto, quindi.

Vantaggi non solo per i professionisti, ma anche per il Catasto e l’Agenzia delle Entrate: la completa digitalizzazione migliorerà, infatti, la qualità dei dati catastali, aggiornando le banche dati in tempi più brevi, con risparmio di risorse e più trasparenza anche per la ricezione corretta di tutti gli aggiornamenti catastali, sottoscritti con firma digitale.

Si  ricorda che…

Gli atti di aggiornamento al Catasto da presentare esclusivamente online sono i seguenti:

  • dichiarazioni per l’accertamento delle unità immobiliari urbane di nuova costruzione: procedura DOCFA e specifiche tecniche riportate in allegato al provvedimento 15 ottobre 2009 dell’Agenzia delle Entrate (scarica DOCFA 4.00.2);
  • dichiarazioni di variazione dello stato, consistenza e destinazione delle unità immobiliari già censite: stessa procedura DOCFA sopra descritta;
  • dichiarazioni di beni immobili non produttivi di reddito urbano, compresi i beni comuni, e relative variazioni: stessa procedura DOCFA sopra descritta;
  • tipi mappali: procedura Pregeo e specifiche tecniche riportate in allegato al provvedimento 23 febbraio 2006, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale numero 50 del primo marzo 2006;
  • tipi di frazionamento: stessa procedura Pregeo sopra descritta;
  • tipi mappali aventi anche funzione di tipi di frazionamento: stessa procedura Pregeo sopra descritta;
  • tipi particellari: stessa procedura Pregeo sopra DESCRITTA.

È a disposizione dei professionisti, presso gli uffici provinciali del Catasto, tutto il supporto necessario anche per la soluzione di eventuale, irregolare funzionamento del servizio telematico (in particolare in questo primo momento di avvio), per consentire la ricezione corretta di tutti gli aggiornamenti catastali, sottoscritti con firma digitale.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.