Città intelligente: a Milano arriva Smart Community che rileva l’umore

Città intelligente a Milano arriva Smart community che rileva l'umore
Città intelligente
Una Smart City che monitora anche l’umore dei cittadini, si chiama Smart Community ed è in arrivo a Milano Porta Nuova.

Quali requisiti deve avere una città intelligente per essere definita tale?
Innovazione tecnologica al servizio di efficienza energetica e sostenibilità ambientale, comfort, viabilità, spazi verdi e qualsiasi fattore contribuisca a soddisfare le esigenze di cittadini e visitatori.

In questa ottica di città intelligente, nasce a Milano Smart Community, un “progetto civico forte”, così come è stato definito, che riguarda il nuovo quartiere di Porta Nuova, che comprende le aree di Garibaldi, Varesine e Isola, un’area nella quale si è investito molto negli ultimi anni, dal punto di vista della riqualificazione urbana.

Il progetto Smart Communitu, è stato sviluppato da Hines e ha coinvolto le fondazioni Nicola Trussardi, Cometa, Romeo ed Enrica Invernizzi, Feltrinelli e Cariplo. In buona sostanza, sono stati studiati una serie di strumenti che porteranno all’analisi della comunità reale e virtuale della zona. Questo progetto di città intelligente, per il momento coinvolge Porta Nuova ma, in futuro, si propone di studiare tutta la città.

Una particolare tecnologia, inoltre, studiata per oltre un anno, è in grado di misurare l’umore delle persone grazie a quanti si collegheranno a una applicazione. Una connessione fra oggetti e spazi, tracce da raccogliere e analizzare il grado di soddisfazione sia per i residente abituali che per i visitatori momentanei.

Milano è una delle città più cablate a livello europeo e, in vista dell’imminente Expo, vuole proporsi come vetrina indiscussa per il capoluogo lombardo. Sono tre i contenuti principali: Porta Nuova Smart Lab, MiColtivo.The Green Circle. Porta Nuova Smart Lab prevede lo sviluppo di strumenti per dare informazioni, facilitare i servizi, incentivare le relazioni e analizzare la comunità reale e virtuale della zona.

Tante sono le iniziative, fra queste ‘Mi coltivo-The Green Circle’, fra gli eventi più significativi c’è la realizzazione di Wheatfield, il campo di grano che da marzo a ottobre sorgerà tra i grattacieli, una realizzazione all’artista americana Agnes Denes. Arte ambientale allo stato puro, già sperimentato dalla stessa artista, per la prima volta, a New York trent’anni fa. Esteso su 50 mila metri quadrati, diventeranno il parco pubblico di Porta Nuova.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.