Gli investitori nel settore immobiliare: Report Cbre 2015

Gli investitori nel 2015. analisi dell’ultimo Report Cbre
Gli investitori nel 2015. analisi dell’ultimo Report Cbre

Secondo l’ultimo report Cbre sulle intenzioni degli investitori nel settore immobiliare nel 2015, continua ad aumentare la propensione al rischio degli investitori in cerca di rendimenti elevati.

Il 52% degli investitori intervistati nel 2015 preferisce investire nell’Europa Occidentale, che rimane il target preferito per i rendimenti che l’Europa offre nell’ambito dell’investimento immobiliare rispetto ad altre regioni.

Il Regno Unito si conferma anche per il 2015 il mercato preferito dagli investitori, con una crescita del 31% delle preferenze rispetto al 2014, a seguire la Germania e la Spagna con il 15% ognuna, in diminuzione dal 21% la Germania e dal 19% la Spagna.

Rispetto alla scorsa indagine Cbre, in netto miglioramento la posizione della Francia e dell’Italia, che polarizzano l’interesse degli investitori rispettivamente del 10% e del 6%

Anche Milano rientra nella top dei mercati migliori in Europa nel 2015, confermandosi al quinto posto nella graduatoria dopo Londra, Madrid, Parigi e Berlino, più che raddoppiando il numero degli investitori che l’hanno indicata come meta preferita dove investire nel 2015 rispetto allo scorso anno.

Tra i settori tradizionali, per il 2015 gli investitori preferiscono quello degli uffici in percentuale del 44% delle risposte rispetto al 39% del 2014, a seguire la logistica che conferma il risultato del 2014 (16%) con il 17% delle preferenze e infine l’appeal anche dei centri commerciali si conferma invariato per il 12% degli investitori in percentuale dell’11% del 2014.

La ricerca di rendimenti sempre più elevati sta stimolando gli investitori a diversificare le loro strategie di investimento e questa diversificazione influisce sulla crescita dell’interesse per target alternativi: il debito immobiliare, ad esempio, in assoluto il preferito.

Infatti, nel 2014 sono stati investiti 49 mld di euro nel debito immobiliare in Europa, in forte aumento dai 10 mld del 2012 e il 32% degli intervistati ha affermato che anche nel 2015 continueranno ad investire in questo target; il 27%, invece, ha indicato come target per il 2015 le residenze per studenti, il 17% le strutture sanitarie e leisure/entertainment.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.