Mercato delle case: mai più gli stessi livelli degli anni novanta

Mercato delle case mai più gli stessi livelli degli anni novanta
Mercato delle case
Non sono buone le prospettive della Banca d’Italia a proposito del mercato delle case. Non si ritornerà mai ai livelli degli anni novanta.

C’è sicuramente una ripresa del mercato delle case, ma la Banca d’Italia non nasconde che sarà molto difficile raggiungere il boom di vendite raggiunto negli anni d’oro che vanno dagli anni novanta al 2006, l’anno pre crisi.

Le difficoltà concrete da superare sono molte, anche se, grazie all’intervento della Banca Centrale Europea, i tassi continuano a scendere, i mutui sono di più facile accesso, sia per la rinegoziazione di quelli già esistenti, anche da molti anni, sia per chi vuole accedere ad un nuovo finanziamento, approfittando del continuo calo dei prezzi delle abitazioni.

Si parla molto degli anni novanta e della crescita del mercato delle case fino al 2006, quando iniziò la crisi ma, stando alle previsioni, difficilmente potranno tornare. Gli esperti del settore spiegano i motivi che portarono al vero e proprio boom e, altrettanto, anche quelli che non potranno portare ad un’ulteriore crescita, dal forte ridimensionamento del mercato, agli elevati livelli di invenduto, alle difficoltà di accesso ai mutui dei giovani, dovuto soprattutto all’instabilità lavorativa.

Anche se, proprio i giovani, rappresentano una modesta fetta della ripresa del mercato delle case, i dati della Banca Centrale Europea segnlano che nel 2013, circa il 68,7 per cento delle famiglie italiane possiede una casa (contro la media della zona euro del 60,1 per cento), solo il 4 per cento ha meno di 30 anni, dice l’Agenzia delle Entrate. Fra gli ostacoli, come detto, anche gli stipendi molto bassi e, di conseguenza, il basso potere di acquisto, non concede di impegnarsi nell’acquisto di una casa.

Tutto questo nonostante ci sia una forte offerta sul mercato delle case, fra le tante motivazioni, anche i proprietari che decidono di vendere la propria abitazione non riuscendo ad ottenere un rendimento economico sperato dalla cessione dell’immobile in locazione. L’enorme offerta, però, immette sul mercato una vasta scelta, con conseguente calo dei prezzi, ma non risolvono la situazione.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.