Permessi di costruire: in forte calo nel primo semestre 2014

Permessi di costruire in forte calo nel primo semestre 2014
Permessi di costruire
Un vero e proprio crollo dei permessi di costruire nel primo semestre dello scorso anno, i dati Istat parlano di un forte calo nell’edilizia residenziale.

I dati dell’Istat non sono confortanti, i permessi di costruire hanno mostrato un crollo disastroso verificatosi nel primo semestre dello scorso anno, una forte contrazione rispetto allo stesso periodo del 2013. A soffrire particolarmente l’edilizia residenziale con un pesante segno negativo dell’11,4 per cento per le abitazioni e 9,1 per cento la superficie utile abitabile.

Non va meglio per l’edilizia non residenziale dove si registra un crollo del 19,8 per cento rispetto al primo semestre del 2013. La variazione tendenziale del primo trimestre risulta essere diminuita del 20,6 per cento sul fronte delle abitazione di nuove costruzioni residenziali; risultati negativi anche nel secondo trimestre, anche se meno rilevante (-2,3 per cento). Non cambia la dinamica della superficie utile se comparata agli stessi periodi del precedente anno: -17,1 per cento per il primo trimestre 2014 e -1,4 per cento per il secondo.

Nel primo trimestre del 2014, l’edilizia non residenziale presenta una superficie in calo rispetto allo stesso periodo del 2013 (-8,2 per cento). Una contrazione ancor più rilevante nel secondo trimestre dello stesso anno, con un calo della superficie non residenziale pari al 13,2 per cento rispetto al pari periodo del 2013.

Il filone negativo dei permessi di costruire continua anche nel primo semestre 2014, quando il numero di abitazioni dei nuovi fabbricati scende sotto la soglia delle 14mila unità per trimestre. Il minimo storico si registra nel primo trimestre 2014 con 10.980 abitazioni; un aumento che raggiunge 13,668 abitazione si registra nel secondo trimestre.

Analoghe considerazioni valgono per la superficie utile abitabile che registra, nel primo trimestre 2014, un nuovo minimo della serie con 942.605 mq e un aumento, nel secondo trimestre 2014, fino al livello di 1.143.657 mq. Un lieve aumento per la nuova edilizia non residenziale che, rispetto all’ultimo trimestre, registra, sia nel primo che nel secondo trimestre, rispettivamente 1.756.440 mq e 1.810.716 mq.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.