Mutui: segnali positivi di ripresa di erogazioni per il 2015

Mutui segnali positivi di ripresa di erogazioni per il 2015
Erogazione mutui
Gli italiani tornano a chiedere erogazioni di mutui immobiliari, segnali di ripresa che fanno ben sperare per il prossimo anno. Previsioni ottimistiche anche da parte degli operatori del settore.

Secondo le previsioni, la ripresa dei mutui dovrebbe si rafforzerà nel corso del prossimo anno. Nonostante la catastrofe degli scorsi anni che ha visto una drastica riduzione di erogazionemutui dal 2007 ad oggi, gli italiani hanno ripreso coraggio e tornano a rivolgersi agli istituti di credito con fiducia. L’iniezione di ottimismo arriva dall’Osservatorio Assofin – Crif – Pometeia.

I segnali positivi si erano già avvertiti nel corso di quest’anno ed il report si legge in chiave positiva sia per quanto riguarda i mutui richiesti per l’acquisto della casa, dove si segnala un segno positivo del 5,3 per cento, sia sul fronte delle surroghe che hanno ottenuto un incremento del 208 per cento. La crescita del mercato del credito, riguarda soprattutto le richieste di mutui che, nei primi nove mesi dell’anno, hanno visto un incremento del 5,3 per cento di erogazioni di finanziamenti, in aumento anche il numero dei contratti di mutui per acquisto (+7,1 per cento che risulta superiore a quella delle compravendite residenziali (2,2 per cento)

L’approfondimento dell’Osservatorio ha riguardato sia i mutui a tasso fisso che quello a tasso variabile, un’alternativa su cui hanno puntato gli operatori del settore per guadagnare clienti. Riscontrano più richieste i mutui a tasso variabile che risultano più convenienti, tanto che la percentuale è in netto rialzo ed è pari al 67 per cento.

Le previsione per i prossimi mesi parlano di un ulteriore incremento rispetto ai mutui a tasso fisso che risultano essere più onerosi sia per l’istituto bancario che per i clienti anche se il mutuatario si orienta verso questo tipo di finanziamento per non avere sorprese al rialzo. Di certo, si è verificata una vera e propria esplosione di mutui a tasso variabile per quanto riguarda le surroghe che registrano un incremento del 208 per cento raggiungendo quota 114 mila euro.

Gli italiani, dunque, mostrano di avere più fiducia nel sistema bancario anche se la crescita del credito al consumo è solo leggermente in rialzo. In testa i finanziamenti per l’acquisto di auto e moto anche grazie alle numerose promozioni. Calano del 7 per cento, invece, le richieste di prestiti personali e per finanziamenti legati ad arredamento, elettronica ed elettrodomestici.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.