Housing sociale: 40 alloggi dal Fondo Trentino

Housing sociale, 40 alloggi dal Fondo Trentino
Housing sociale, 40 alloggi dal Fondo Trentino

Fondo housing sociale Trentino nasce con l’obiettivo di rendere disponibili almeno 500 alloggi per la locazione a canoni calmierati, adeguati alle effettive disponibilità economiche delle famiglie

Il Fondo housing sociale Trentino è nato nel 2012 dal bando pubblicato dalla Provincia Autonoma di Trento e aggiudicato al raggruppamento temporaneo di imprese costituito da PensPlan Invest Sgr e Finanziaria Internazionale, con la consulenza fiscale dello studio CBA. Il fondo adesso è operativo.

L’obiettivo del fondo è quello di rendere disponibili almeno 500 alloggi in  housing sociale, da dare in locazione a canoni calmierati sulla base degli enti locali interessati, per un investimento complessivo del valore di 110 milioni di euro. Il fondo adesso è operativo. Alcune famiglie entreranno già da gennaio 2015 in possesso delle abitazioni.

Attualmente sono già pronti 40 alloggi, nell’ambito di due iniziative in housing sociale una a Trento e una a Rovereto. A  breve verrà emesso un nuovo bando per i 12 Comuni della Provincia Autonoma di Trento definiti ad alta tensione abitativa.

È previsto l’acquisto di immobili cielo-terra ad uso prevalentemente abitativo, già costruiti o in fase di costruzione, o di aree edificabili da sviluppare. Naturalmente, la costruzione e il completamento sono a carico del fondo.

Il Fondo housing sociale Trentino, quindi, coniuga esigenze abitative ed esigenze emergenti: far ripartire i cantieri in fase di stallo per la crisi immobiliare ancora in atto.

Per quanto riguarda  i prezzi è previsto uno sconto di circa il 30% rispetto ai prezzi di mercato. Gli alloggi del Fondo housing sociale Trentino potranno essere acquistate dagli inquilini dopo un periodo di tempo determinato.

Si potrà utilizzare anche la formula dell’affitto-riscatto: gli assegnatari potranno stipulare un contratto di locazione a canone moderato e, al termine del periodo di affitto, tramutare parte dei canoni di locazione versati in un acconto sul pagamento per l’acquisto e riscattare l’abitazione senza pagare l’intero prezzo di vendita.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.