Compravendita: Protocollo d’intesa tra Notai e Geometri per la sicurezza

Compravendita, Protocollo d’intesa tra Notai e Geometri
Compravendita, Protocollo d’intesa tra Notai e Geometri

Siglato un protocollo d’intesa tra il Consiglio nazionale del Notariato e quello dei Geometri e Geometri Laureati. Obiettivo: rendere i trasferimenti immobiliari in linea con i più elevati standard di sicurezza

È stato siglato un protocollo d’intesa tra il Consiglio nazionale del Notariato e quello dei Geometri e Geometri Laureati allo scopo di stabilire una collaborazione tra le due categorie “volta a rendere gli atti dei trasferimenti immobiliari in linea con i più elevati standard di sicurezza anche sotto il profilo urbanistico ed edilizio”.

Perché la sicurezza. Forse non tutti sanno che per evitare sorprese al momento del rogito nei contratti di compravendita immobiliare bisogna fare opportuni controlli sulla conformità catastale di un immobile e sulla regolarità dell’abitazione a livello urbanistico, controlli che invero sono tra i passi più importanti da compiere prima di procedere a una regolare compravendita.

Allo scopo è stato siglato il protocollo d’intesa tra il Consiglio nazionale del Notariato e quello dei Geometri e Geometri Laureati. L’accordo prevede per i trasferimenti immobiliari una perizia tecnica facoltativa, redatta dal geometra nella quale risulta la conformità catastale allo stato di fatto e l’esame edilizio e urbanistico.

Come comunica il Notariato stesso, oggi il notaio è in grado di assicurare un trasferimento assolutamente sicuro sotto il profilo della commerciabilità dei beni immobili. Grazie alla perizia tecnica, redatta su incarico del venditore e su specifiche indicazioni e richieste del notaio, sarà garantita, nei contratti di compravendita immobiliare, altrettanta sicurezza anche sotto il profilo dell’esame tecnico sulla regolarità edilizia e sulla agibilità.

In questo modo, “tutti i soggetti coinvolti nelle trattative avranno la certezza della regolarità urbanistica e dell’agibilità dell’immobile e allo Stato sarà assicurata una minore incidenza del contenzioso e delle procedure amministrative di sanatoria delle irregolarità”.

Obiettivo dell’intesa: “valorizzare le competenze, incentivare lo sviluppo delle rispettive attività, promuovere iniziative ispirate alla collaborazione tra le professioni tecniche”. 

NOTA

Il Consiglio nazionale dei geometri e geometri laureati s’impegna a divulgare alle categorie aderenti alla Rete delle Professioni Tecniche anche al fine di consentirne la eventuale adesione.

 

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.