Rogito differito: comprare casa con poco capitale

Rogito differito comprare casa con poco capitale
Rogito differito
Una formula di acquisto che consente di comprare casa pur non disponendo di grossi capitali iniziali. Si pagano rate minime in attesa di ottenere il mutuo.

In attesa dell’agognata ripresa del mercato immobiliare, l’alternativa per comprare casa è il rogito differito, una nuova formula che rende possibile l’acquisto anche a coloro che trovano difficoltà ad avere accesso al credito. Il mercato immobiliare fatica a ripartire, le banche chiedono contratti certi di lavoro e l’italiano vede svanire il sogno di acquistare una casa.

Si cercano soluzioni e una di queste è, appunto, il rogito differito che consente di comprare case pur non disponendo di grossi capitali di partenza. Si ritarda l’accensione del mutuo e, inoltre, si riduce l’importo da coprire con un finanziamento. La formula si chiama CasaMiainLeasing perchè, di fatto, si tratta di un acquisto in leasing proposto da una cooperativa edilizia lombarda.

In pratica, per procedere nell’acquisto a rogito differito si deve versare un importo, a titolo di caparra, corrispondente al 6-9 per cento del prezzo dell’immobile, a seconda delle possibilità dell’acquirente. Come impegno di acquisto, è necessario firmare un contratto preliminare nel quale si dichiarerà la data presunta della stipula del rogito, che non dovrà superare i 3-5 anni. La casa si può abitare da subito. L’acquirente verserà delle rate trimestrali di valore pari o addirittura inferiori ad un canone di affitto, il 60 per cento della quota versata andrà in conto prezzo.

Il rogito differito consente di ritardare la data del rogito stabilito, anche oltre il quinto anno, essendo nel frattempo diventato socio, la cooperativa, andrà incontro ad eventuali difficoltà dell’acquirente. Il capitale accumulato negli anni, consentirà di richiedere il mutuo ad una banca che, genericamente, è convenzionata con la cooperativa.

Nella peggiore delle ipotesi in cui il potenziale acquirente non riuscisse ad arrivare alla data prevista, il rogito differito prevededi ritirarsi pagando una penalità che corrisponde all’1 per cento del prezzo dell’immobile per ogni anno in cui ha abitato la casa. La conseguenza è perdere tutto il capitale versato fino a quel momento a meno che non si tratti di cause di forza maggiore certificate. In caso di perdita del posto di lavoro, si perdono solo le rate versate per l’affitto, ma viene restituito l’acconto versato come caparra confirmatoria.

Gli immobili venduti con la formula del rogito differito hanno elevate prestazioni enegertiche e sono costruite con uno standard che le collocano in classe energetica A.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.