Case vacanza: in calo prezzi locazioni e compravendite immobiliari

Case vacanze
Case vacanze

Il settore immobiliare turistico ha resistito alla crisi, nonostante il pesante carico fiscale. Così il Rapporto Immobiliare Turistico Fiaip 2014, che segnala un flessione dei prezzi delle locazioni e delle compravendite immobiliari.

Presentato a Roma il Rapporto Immobiliare Turistico Fiaip 2014, che evidenzia ancora una situazione economica incerta per il settore immobiliare turistico: per le case vacanza si nota ancora una situazione stagnante, a causa del pesante carico fiscale per le seconde case, tuttavia non mancano timidi segnali di ripresa, anche se non su tutto il territorio nazionale.

Negli ultimi mesi si è registrato, infatti, un aumento della domanda di case vacanza grazie anche ad una flessione dei prezzi immobiliari di circa il 10% rispetto al 2013. Comunque la percentuale di compravendite immobiliari per le case vacanza è rimasta abbastanza stabile nel tempo nonostante la crisi.

Secondo il Rapporto Immobiliare Turistico Fiaip 2014, infatti, chi ha deciso di investire nelle case vacanza oggi si trova avvantaggiato dai prezzi degli immobili che, pur restando bassi rispetto ai livelli pre-crisi, continuano ad assicurare il potere d’acquisto del capitale investitto, in un periodo di estrema volatilità dei mercati, mentre la casa rimane il bene rifugio per eccellenza per investimenti a medio e lungo termine delle famiglie italiane.

Da segnalare, inoltre, che anche se la crisi ha cambiato le abitudini vacanziere degli italiani, diminuendo la disponibilità di spesa per comprare le case vacanza , i nostri connazionali investono ugualmente nelle case vacanza, preferendo località meno rinomate e meno famose, ma con abitazioni a prezzi più accessibili.

Tuttavia, la costante presenza di turisti stranieri compensa il calo di presenze degli italiani. Ad optare per una casa vacanza in locazione nel nostro Paese sono stati soprattutto cittadini provenienti dagli altri Paesi dell’UE (tedeschi in primis, ma aumentano anche i visitatori dalla Gran Bretagna e dalla Francia) e dagli Stati Uniti e sono in costante aumento le presenze di persone provenienti da paesi emergenti., dalla Russia  in particolare. I russi, in molte località, sono la comunità più numerosa.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.