Mutui acquisto casa: report dell’ABI a settembre

Mutui acquisto casa report dell'ABI a settembre
Mutui acquisto casa

In ripresa il mercato dei mutui per l’acquisto della casa, cresce soprattutto il tasso variabile, si assestano i tassi di interesse.

Nei primi otto mesi dell’anno in corso, i mutui acquisto casa sono in netta crescita secondo quanto annunciano i dati diramati dall’ABI. L’associazione bancaria, che rappresenta l’ottanta per cento della totalità del mercato bancario italiano, evidenzia che fra gennaio ed agosto di quest’anno, sono stati erogati importi pari a 15.543 miliardi di euro contro i 12.089 miliardi dello stesso periodo del 2013.

L’aumento delle erogazioni mutui acquisto casa è, quindi, pari al 28,6 per cento rispetto ai dati relativi ai primi otto mesi del 2012 che si attestavano a 13.924 miliardi di euro. Crescono soprattutto i mutui a tasso variabile che hanno raggiunto il 79,7 per cento delle erogazioni complessive. Secondo i dati ABI, è in atto anche un miglioramento dei prestiti bancari che registrano una percentuale negativa del 2,3 per cento contro un -4,5 per cento del novembre 2013, quando si era raggiunto il picco negativo.

I finanziamenti a famiglie e imprese registrano un segno negativo dello 0,9 per cento. Il dato è comunque il migliore raggiunto da maggio 2012. I prestiti bancari sono comunque diffusi non solo in Italia, ma anche in tutta l’area dell’euro. Un dato su tutti: dall’inizio della crisi, che risale al 2007, ad oggi, le erogazioni a famiglie e imprese sono passate da 1.279 a 1.420 miliardi di euro.

Si rileva anche un assestamento dei tassi di interesse sui prestiti anche grazie alla progressiva riduzione dei tassi BCE: il tasso medio dei mutui acquisto casa si è ridotto al 3 per cento; il tasso medio sulle nuove operazioni alle imprese passa al 2,87 per cento che risulta essere il valore più basso da febbraio 2011.

Gli effetti della crisi causano un rischio maggiore nell’erogazione dei prestiti in Italia, ad agosto 2014 si registrava una sofferenza di quasi 174 mld, in crescita di oltre 2 mld rispetto a luglio.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.