Legge di Stabilità 2015: per l’immobiliare nulla

Legge di Stabilità 2015
Legge di Stabilità 2015

Confedilizia e Fiaip concordi. “Il governo ha abbandonato il mercato immobiliare in un momento di crisi”, dice Fiaip. Sulla stessa lunghezza d’onda Confedilizia: “L’immobiliare non esce dalle sabbie mobili della crisi”. Parole amare a denunciare lo scarso interesse delle forse politiche per un settore trainante dell’economia del Paese.

Confedilizia, durante un’audizione sulla Legge di Stabilità 2015,  lancia un segnale severo: “La situazione in cui versa il settore immobiliare è di gravissima crisi ed il carico tributario è talmente elevato che avrebbe messo in ginocchio qualsiasi comparto dell’economia”.

Per l’occasione, Confedilizia  mette in risalto gli effetti più pericolosi della crisi in cui versa il settore immobiliare: la distruzione delle case da parte dei loro proprietari, per renderle non assoggettabili a tassazione e la rinuncia ai propri beni a favore dello Stato. Sono sempre più numerose, infatti, le “rinunce” alla propria casa per l’impossibilità di sostenete il grosso carico di tasse e costi di manutenzione. Ma di questo la Legge di Stabilità 2015 sembra non rendersi conto.

Fiaip condivide e appoggia la protesta della Confedilizia: “Condividiamo e appoggiamo la protesta della Confedilizia, che oggi in chiaro segno di protesta contro l’esecutivo non ha depositato in Parlamento alcun documento, né formulato proposte sulla  Legge di Stabilità.  La manovra nel suo insieme è del tutto inadeguata in termini di investimenti e politiche di sostegno alla crescita del settore immobiliare, oltre che alla crescita del Paese”.

Così Paolo Righi, Presidente Nazionale Fiaip che denuncia la totale assenza di un pur minimo segnale di attenzione al settore immobiliare da parte del Governo. Nella Legge di Stabilità non vi è,  ancora oggi,  alcuna traccia che vada in direzione di un settore che rappresenta il 20 per cento del Pil.  Il fatto che il disegno di legge di stabilità non contenga alcuna misura per l’immobiliare è un segnale gravissimo per tutti gli italiani.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.