Mutuo: guida alla scelta fra tasso fisso o variabile

Mutuo scegliere tra tasso fisso e variabile
Contratti di mutuo
Scegliere fra tasso fisso e variabile è la prima decisione dopo l’acquisto della casa, forse la più importante. Il mercato offre varie possibilità con vantaggi e svantaggi che sono da valutare con molta attenzione.

La decisione più importante da prendere nella scelta è valutare quale sia il tasso di interesse che meglio si adatta alle nostre esigenze. Particolare attenzione a rata, scadenza e reddito. Vediamo quali sono le migliori offerte.

Il tasso fisso
Il tasso senza sorprese, stabilito al momento della firma del contratto, non varierà per tutta la durata per prestito. Genericamente scelta da chi vuole programmare tutte le spese familiari.

Il tasso variabile
Vincolato all’Euribor, a questo andrà aggiunto il guadagno della banca (spread) che oscilla tra l’1 e il 3 per cento. Genericamente le rate risultano essere più contenute rispetto al tasso fisso.

Il tasso misto
Rivolto soprattutto a chi non vuole prendere subito una decisione definitiva. Si potrà modificare il tasso fra fisso o variabile a seconda delle condizioni del contratto.

Il tasso Capped Rate (CAP)
Si tratta di tasso variabile che stabilisce un tetto massimo oltre il quale il tasso non potrà salire. In questo caso lo spread è più alto rispetto al mutuo variabile.

Il tasso bilanciato
Una sorta di tasso misto, che viene stabilito dal contraente. Adatto a chi vuole coniugare i vantaggi del tasso fisso con quello variabile.

Mutuo variabile a tasso costante
La rata mensile resterà invariata, in questo caso si gioca sulla durata, se i tassi aumentano, la durata verrà prolungata.

Mutuo a rata crescente
Ideale per i giovani che partiranno con rate iniziali più basse rispetto a quelle di mercato.

Mutuo con la polizza
I mutuatari stipulano insieme al contratto, una polizza assicurativa sulla vita finanziata separatamente e pagata con la rata mensile. Pur se bisogna prevedere un costo aggiuntivo, il vantaggio è che in caso di morte, invalidità permanente o perdita del lavoro, l’assicurazione provvederà a saldare il residuo del mutuo senza spese aggiuntive per la famiglia.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.