Investimenti immobiliari in Italia: il ritorno al Real Estate nazionale

Investimenti immobiliari in Italia
Investimenti immobiliari in Italia

Torna il tricolore per gli investimenti immobiliari in Italia. Anche gli investitori italiani, tanto esterofili, sempre pronti ad andare oltre frontiera per i loro acquisti di immobili da investimento, tornano al Real Estate d’Italia.

Una notizia che rende concreti i primi risultati delle novità contenute nel Decreto Sblocca per l’immobiliare. Anche gli investitori italiani, come abbiamo appena detto, hanno ripreso ad investire sul mercato nazionale e le cifre parlano chiaro: nel terzo trimestre sono aumentati gli investimenti immobiliari nel Real Estate nazionale.

Nel terzo trimestre del 2014, infatti, gli investimenti immobiliari in Italia hanno superato il miliardo di euro, secondo studi di settore che hanno appurato un aumento del 5,5% rispetto ai tre mesi precedenti e di oltre il 16% su base annua.

In cifre il risultato di questa crescita degli investimenti immobiliari nel nostro Paese.

Rispetto al trimestre precedente, il terzo trimestre 2014 ha registrato il perfezionamento di due transazioni per asset singoli e core: la vendita del centro commerciale Le Terrazze (SP) e dell’HQ di Credit Suisse a Milano per oltre 100 milioni di euro ciascuno.

Nello stesso terzo trimestre 2014 gli investimenti negli uffici tornano a superare il settore retail, con il 45% del volume di investimenti trimestrale, quasi tutti concentrati a Milano, che torna a confermarsi il mercato italiano più importante.

Per quanto riguarda i settori più appetibili per gli investimenti immobiliari in Italia nello stesso periodo, al primo posto è il settore retail con quasi il 50% del totale seguito dal settore uffici con il 30% del totale investito. Una crescita importante dovuta anche al perfezionamento di due acquisizioni di portafogli da parte di  Cordea Savills sgr per conto di Cerberus.

In netto miglioramento gli investimenti immobiliari nel comparto della logistica grazie all’interesse di investitori internazionali per portafogli Pan-europei e di operatori specialistici potenzialmente propensi ad una futura fase di espansione in Italia mediante altre acquisizioni.

Secondo un report CBRE, i volumi d’investimento aumentano per il terzo trimestre consecutivo e l’interesse da parte degli investitori non sembra diminuito dopo l’estate, nonostante le avvisaglie di una nuova recessione economica per il Paese ed il posticipo dell’inizio della ripresa al 2016”.

In sintesi, il volume degli investimenti immobiliari in Italia è tornato sopra la media trimestrale degli ultimi tre anni, con transazioni di portafogli che rappresentano la quota principale del volume totale degli investimenti.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.