Turismo ecologico: la nuova tendenza della casetta sull’albero

Turismo ecologico la nuova tendenza della casetta sull'albero
La casetta sull’albero
In crescita la vacanza in mezzo alla natura in parchi, oasi e riserve. Giro d’affari da capogiro soprattutto fra i turisti stranieri.

Negli ultimi anni si sta sviluppando il turismo ecologico complice la crisi economica che ha radicalmente modificato il modo di fare vacanza degli italiani. Il calo dei consumi è evidente e si ripercuote anche sul turismo ma, stando a quanto segnala la Coldiretti, c’è un settore in controtendenza.

La nuova frontiera delle vacanze è, infatti, il turismo ecologico in aree verdi come parchi, oasi e riserve. Il vero e proprio boom c’è stato lo scorso anno con un fatturato che ha raggiunto la cifra record di dodici miliardi di euro. Fra le note positive anche l’arrivo di turisti stranieri che ha fatto salire al 40,2 per cento la quota dei visitatori, con un incremento del giro d’affari da capogiro. Va anche segnalato che un turista straniero si concede un budget giornaliero più alto rispetto ad un italiano (100 euro contro 65).

L’ultima moda fra gli appassionati del turismo ecologico nel verde della natura è soggiornare in una casetta sull’albero. A loro è stata dedicata la mostra “Il parco della casa sull’albero” tenutosi a Rimini Fiera nei giorni scorsi. Lo Studio Grassi Design ha ricreato, per l’occasione, un vero e proprio parco in cui sono state posizionate tre particolari casette. Angelo Grassi, fondatore dello studio, ha spiegato che il progetto è stato appositamente creato per agriturismi e parchi cittadini. Inoltre, sottolinea, la casetta sull’albero, oltre a rappresentare una vera e propria abitazione, potrebbe diventare un luogo di meditazione o di lettura.

Le dimensioni delle casette sull’albero variano dai venticinque ai quaranta metri quadrati, con un’altezza che si aggira intorno ai sei metri e sono posizionate ad un’altezza di tre metri dal suolo. I materiali utilizzati sono ecosostenibili, pannelli in canapa e kenaf (fibra vegetale) fungono da isolamento per pareti e tetti, l’approvvigionamento energetico prevede l’uso del fotovoltaico.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.