Fondo di garanzia: nuove facilitazioni per l’acquisto della prima casa

Fondo di garanzia nuove facilitazioni per l'acquisto della prima casa
Fondo di garanzia
Stanziato un nuovo Fondo di Garanzia per l’acquisto con possibile ristrutturazione della prima casa. L’accordo è stato siglato congiuntamente dall’Associazione Bancaria Italiana e il Ministero dell’Economia e della Finanza.

Via libera al nuovo Fondo di Garanzia per la prima casa che prevede lo stanziamento, da qui al 2016, di una cifra complessiva di 650 milioni di euro come previsto dal decreto interministeriale del 31 luglio 2014, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 29 settembre. Il protocollo d’intesa rientra nel piano di facilitazione all’acquisto o ristrutturazione della prima casa.

La notizia ufficiale è stata comunicata con una nota congiunta redatta dall’Associazione Bancaria Italiana ed il Ministero dell’Economia e delle Finanze. Il nuovo Fondo di Garanzia dovrebbe incentivare l’accesso al mutuo a giovani famiglie e lavoratori con contratti atipici e, si spera, contribuisca alla ripresa del mercato immobiliare.

Il Fondo di Garanzia prevede l’intervento dello Stato fino ad un tetto massimo del 50 per cento della quota capitale di mutui ipotecari che non superino l’ammontare di 250mila euro. Il nuovo strumento andrà a facilitare l’acquisto e la ristrutturazione degli immobili da destinare ad abitazione principale e andrà a sostituire e, parzialmente, ad ampliare il Fondo “Giovani Coppie”, ora non più attivo. Il fondo sarà aperto anche agli interventi di miglioramento dell’efficienza energetica.

Il nuovo Fondo di Garanzia finanzierà unicamente l’acquisto dell’abitazione principale situata in territorio nazionale e saranno escluse, come sempre, le abitazioni di lusso accatastate nelle categorie A1, A8, A9.

Potranno accedere al nuovo Fondo di Garanzia tutti coloro che, alla data della domanda di mutuo, non siano proprietari di altri immobili ad uso abitativo, fatta eccezione per quelli ottenuti per successione mortis causa se dati in uso a titolo gratuito a genitori o fratelli.

L’erogazione del mutuo sarà a discrezione della banca ma i richiedenti potranno usufruire di un tasso agevolato per l’acquisto della prima casa. Le richieste di finanziamento potranno essere presentate da giovani coppie di cui almeno un componente sia sotto i 35 anni; i nuclei familiari monogenitoriali con figli minor; i giovani titolari di un contratto di lavoro atipico e comunque di età non superiore ai 35 anni e i locatari di alloggi di edilizia residenziale pubblica.

Le banche aderenti all’iniziativa del nuovo Fondo di Garanzia, il cui elenco è pubblicato sul sito del Dipartimento del Tesoro, avranno 30 giorni lavorativi per erogare il mutuo. Sul sito della Consap è disponibile la modulistica per presentare domanda.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.