Dichiarazione Imu/Tasi 2012/2013: al via la trasmissione online

Dichiarazione Imu/Tasi 2012/2013
Dichiarazione Imu/Tasi 2012/2013

Al via da ieri, per gli enti non commerciali, la trasmissione online attraverso i canali telematici Entratel e Fisconline dell’Agenzia delle Entrate: finalmente gli enti non commerciali possono utilizzare la trasmissione online per la dichiarazione Imu/Tasi relativa agli anni 2012 e 2013.

Gli enti non commerciali, per la dichiarazione Imu/Tasi, possono inviare i dati direttamente o mediante intermediari abilitati tenendo conto, però, che i due periodi di riferimento interessano soltanto l’Imu, in quanto la Tasi inizia dal 2014. Sul sito dell’Agenzia delle Entrate è disponibile anche il pacchetto informatico che consente di verificare che i file predisposti siano conformi ai criteri necessari per terminare la procedura per la dichiarazione Imu/Tasi 2012 e 2013.

Gli enti non commerciali, per la dichiarazione Imu/Tasi 2012/2013, possono scaricare il modello con le istruzioni (decreto Mef del 26 giugno 2014) e le specifiche tecniche (decreto Mef del 4 agosto 2014) dal dipartimento delle Finanze, mentre il pacchetto informatico “Modulo di controllo Imu Tasi Enc 2014”, che va utilizzato per verificare la conformità dei file inviati, è in rete, sul sito dei servizi telematici dell’Agenzia, nella sezione “Software”, alla voce “Pacchetti applicativi – Controllo Altri Documenti”.

Si ricorda che il test è obbligatorio per il superamento dell’esame che consente di passare alla fase successiva del procedimento per la dichiarazione Imu/Tasi. Per l’installazione del software è necessaria la versione 5.3.1 dell’applicazione Entratel o la versione 3.0.0 dell’applicazione FileInternet.

Si ricorda ancora che l’ultimo giorno per la presentazione della Dichiarazione Imu/Tasi 2012/2013 è il prossimo 1° dicembre, in quanto il 30 novembre è domenica. Il canale telematico consente di eseguire in modo corretto l’adempimento.

Il modulo è composto da cinque pagine: aprono le informazioni generali su contribuente e rappresentante firmatario della dichiarazione, firma e impegno alla presentazione telematica; a seguire il quadro “A” per gli immobili totalmente imponibili, il quadro “B” per gli immobili parzialmente imponibili e quelli totalmente esenti, il quadro “C” per la determinazione di Imu e Tasi, infine il quadro “D” per la segnalazione di compensazioni e rimborsi.

NOTA

È ormai realtà la trasmissione online ai Comuni della dichiarazione relativa agli immobili di proprietà delle organizzazioni che svolgono attività senza fini commerciali. Si tratta del  modello “Imu Tasi Enc” in relazione agli anni 2012-2013 (in realtà si tratta di annualità che interessano soltanto l’Imu, come specificato).

Gli Enc svolgono attività che possono essere totalmente o parzialmente senza scopo di lucro. Per questo motivo la dichiarazione relativa agli immobili che utilizzano, per procedere alla definizione dei tributi locali, ha richiesto una specifica particolare delle diverse eventualità: ovvero per esenzione totale, parziale e proporzionale.

Ricordiamo, infatti, che i fabbricati appartenenti a questi enti sono esenti dall’Imu e dalla Tasi soltanto per le porzioni non usate a fini commerciali nell’ambito di funzioni assistenziali, previdenziali, sanitarie didattiche, ricettive, culturali, ricreative e sportive.

Poiché non è possibile distinguere fisicamente le parti esonerate dalla tassazione, la quota esentata viene calcolata in proporzione al no profit svolto nei locali, in base alle informazioni fornite con la dichiarazione Imu/Tasi e secondo i criteri stabili dal Dm 200/2012.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.