Certificazione energetica online: è allerta

Certificazione energetica online: è allerta
Certificazione energetica online: è allerta

È allerta per l’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Trento sulla certificazione energetica online degli immobili. Il danno è duplice: per i professionisti, naturalmente, e per i cittadini attratti dal basso costo delle offerte online per la  certificazione energetica degli edifici.

Oltre alla concorrenza sleale che danneggia i professionisti, infatti, la certificazione energetica online contiene errori e creano confusione nei cittadini attratti dai prezzi troppo bassi proposti da alcuni siti online per il rilascio della certificazione energetica.

In seguito alle numerose segnalazioni giunte da professionisti ed utenti, l’Ordine degli Ingegneri sta procedendo ad un’analisi dei diversi siti web che propongono il servizio di certificazione energetica degli immobili a basso costo per poterne verificare le modalità di acquisto e la regolarità della procedura di emissione della certificazione stessa.

Dall’indagine condotta è risultato che spesso le procedure, oltre ad essere molto complesse, sono anche poco chiare e di difficile comprensione da parte di utenti che non ne hanno le relative competenze tecniche.

Quale la procedura seguita per la certificazione energetica online?

Vengono inseriti dati anagrafici e  informazioni tecniche dettagliate: foto, planimetrie, relazioni tecniche su caldaie e bollitori, consumi elettrici e termici, spessori dell’involucro edilizio, serramenti ecc…

Dopo una procedura, che in alcuni casi richiede un pagamento iniziale di 50 euro circa più le tasse per la registrazione del certificato presso Odatech (l’Organismo di abilitazione e certificazione di Habitech – Distretto Tecnologico Trentino), il richiedente riceve mediante posta elettronica la certificazione energetica timbrata e già depositata presso Odatech.

In seguito agli errori grossolani riscontrati dall’indagine nella procedura analizzata, l’Ordine degli Ingegneri di Trento esorta i cittadini a non ricorrere alla certificazione energetica online per spendere meno. Ad evitare brutte sorprese.

Così il presidente dell’Ordine degli ingegneri di Trento, Antonio Armani: “Questo sistema danneggia in primo luogo i cittadini che, fuorviati dalla pubblicità, sono indotti in errore sul valore effettivo dell’atto che viene redatto e consegnato, senza conoscere le possibili conseguenze di una certificazione errata in caso di controversie sulla compravendita o locazione dell’immobile. Inoltre, arreca danno a molti giovani professionisti che hanno investito in attrezzature e strumentazioni costose, oltre che, ovviamente, in alta formazione, per lavorare nel campo delle certificazioni con professionalità e che devono rinunciare, anche a causa di questi comportamenti di plateale concorrenza sleale”.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.