Tasi 2014 dopo la scadenza: chiarimenti

Tasi 2014 dopo la scadenza charimenti
Tasi 2014 dopo la scadenza charimenti

Sanzioni per pagamento ritardato a chi paga la Tasi 2014 dopo il 16 ottobre. Chiarimenti per chi deve pagare in ritardo con maggiorazioni.

Chi effettua il versamento della Tasi 2014 nei successivi 14 giorni al 16 e fino al 30 ottobre può ricorrere al ravvedimento operoso sprint e deve pagare una mini sanzione dello 0,2% per ogni giorno di ritardo più gli interessi legali sempre dell’1%. Si consiglia di controllare eventuali diverse soglie nel proprio Comune.

Chi effettua il versamento della Tasi 2014 il 30esimo giorno dalla scadenza, ovvero il 15 novembre, paga una sanzione del 3%. Chi si mette in regola dopo i 30 giorni, ma fino al 30 giugno 2015, può ricorrere al ravvedimento lungo con sanzione del 3,75%.

Dopo il 30 giugno 2015 scatta la normale sanzione per ritardato od omesso versamento della Tasi 2014, ovvero il 30% della tassa non pagata.

I controlli da fare

*Controllare se il proprio Comune è fra quelli che hanno deliberato entro il 10 settembre per l’acconto Tasi 2014 del 16 ottobre. Nei comuni in cui si è già pagato in giugno il saldo della Tasi 2014 va versato entro il 16 dicembre. Nella stessa data pagheranno in un’unica rata anche i contribuenti che risiedono nei Comuni che non hanno deliberato in tempo.

*Calcolare l’imponibile Tasi 2014 a cui applicare le aliquote (con le stesse regole Imu): rendita catastale rivalutata del 5% (per i terreni agricoli, reddito dominicale rivalutato del 25%) moltiplicato il coefficiente dell’immobile.

*Applicare la corretta aliquota Tasi 2014 per il proprio immobile, consultando la delibera comunale che deve attenersi alla regola generale sui tetti massimi.

*Leggere la delibera del Comune per verificare se ci sono le detrazioni previste per legge dove il Comune ha applicato maggiorazioni.

*Gli inquilini (privati e aziende) devono pagare la Tasi 2014 con una quota a loro carico che va dal 10 al 30% a seconda del Comune, Se in delibera non è specificato, si applica il 10%. L’aliquota di riferimento è quella che vale per il proprietario. Tranne che il Comune non abbia previsto un’aliquota specifica per le locazioni.

*La Tasi 2014 va pagata in acconto nella misura del 50% e il resto a dicembre)

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.