Mercato mutui: si spende meno e il mercato cresce grazie alle surroghe

Mercato mutui si spende meno e il mercato cresce grazie alle surroghe
Mercato mutui in crescita

Il mercato dei mutui si sta muovendo grazie soprattutto alle surroghe, la possibilità di spostare il proprio mutuo presso un altro istituto.

Ci sono buone e cattive notizie relative al mercato dei mutui. Nei primi mesi di quest’anno c’è stata una significativa crescita che potrebbe confortare. L’ABI parla del 28 per cento, di per sè dato confortante se non fosse che non crescano le operazioni di compravendita che, stando ai dati diramati dall’Agenzia del Territorio, sono di poco superiori all’1 per cento nella prima metà dell’anno.

Se non si vende, dunque, perchè cresce il mercato dei mutui? La risposta è molto semplice: a risollevare il mercato sono le surroghe, vale a dire la possibilità di sostituire il proprio mutuo rivolgendosi ad un altro istituto di credito che applica condizioni più favorevoli.

Questo determina la crescita del mercato dei mutui pur in assenza di operazioni di compravendita, la tendenza, in buona sostanza, è quella ottimizzare i costi di vecchi contratti, come si evince dai dati ufficiali. Dal terzo trimestre dello scorso anno ad oggi, si è passati da circa il 10 al 23 per cento delle richieste. Complici i tassi Irs (per i mutui a tasso fisso) ed Euribor (tasso variabile) ormai scesi ai minimi storici oltre alla disponibilità delle banche che hanno aperto le porte a nuove strategie commerciali.

Per vivacizzare il mercato dei mutui, infatti, gli istituti di credito tendono a promuovere la surroga, azzerando o riducendo al minimo la differenza di spread fra i due mutui. Se in passato lo spread si attestava intorno ai 50/70 punti superiori ai mutui per l’acquisto di una casa, oggi, la differenza massima va dai 10 ai 20 punti base.

Attualmente le banche promuovono la surroga che offre l’opportunità di acquisire una clientela con un basso profilo di rischio, poiché il nuovo potenziale mutuatario ha alle spalle una storia di corretto rimborso delle rate mensili relative al finanziamento in corso. Il vantaggio sarà una rata mensile decisamente inferiore a quella del mutuo precedente.

Questi ultimi mesi dell’anno sarebbero potenzialmente i più favorevoli per procedere ad un surroga, molti istituti di credito hanno interesse ad utilizzare il budget a loro disposizione ad inizio anno per i mutui. Per tamponare le difficoltà imposte dal mercato immobiliare svigorito, la surroga è quanto di meglio si possa presentare.

Attenzione, però, la surroga è conveniente se l’importo del nuovo mutuo di surroga non superi il 50 o 60 per cento del valore dell’immobile offerto in garanzia all’operazione di surroga. Le banche tendono ad applicare spread differenti in base al rischio che il cliente potrebbe rappresentare. Il consiglio è, in conclusione, valutare bene a quale banca ci si rivolge e tenere anche in conto la svalutazione immobiliare che si fa più sentire nelle piccole città o nelle periferie delle grandi.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.