Cos’è la TARI

Cos'è la TARICos’è la TARI e chi la paga?
Tari significa Tassa sui Rifiuti, e rappresenta l’imposta comunale nata con la legge di stabilità del 2014 e va a sostituire la Tares.

La Tari si applica a chiunque abbia il possesso o la detenzione in qualsiasi forma di locali chiusi o aree scoperte soggetti alla produzione di rifiuti indipendentemente dalla loro destinazione d’uso; nel caso in cui il detentore dei locali sia temporaneo (non superiore ai 6 mesi) la tassa ricade sul prprietario effettivo.

Chi può essere esente dalla TARI?

Non sono soggette alla Tari le aree accesorie o di semplice pertinenza dei locali tassati e le aree comuni o condominiali che nono di pertinienza esclusiva.

I comuni possono prevedere riduzioni di tariffa o complete esenzioni, ecco alcuni casi:

a) aree con un unico occupante

b) abitazioni con uso stagionale

c) aree diverse da abitazioni con uso stagionale ma ricorrente

d) aree o abitazioni con occupanti che risiedono per più di un semestre all’estero ogni anno

e) fabbricati rurali ad uso abitativo

Altre informazioni sulla TARI

La Tari deve essere corrisposta in base ad una tariffa misurata ad anno solare coincidente con un’autonoma obbligazione tributaria.

Il Comune deve stabilire che le scadenze di pagamento della Tari siano almeno in due rate a scadenza semestrale e in modo differenziato rispetto alla Tasi.

È anche possibile effettuare il pagamento in soluzione unica entro il 16 giugno di ciascun anno.

Il versamento della TARI è tramite modello F24, bollettino di conto corrente postale, servizi elettronici di incasso e interbancari.

I codici F24 che identificano la Tari sono:

“3944” – Tari (e Tares)
“3945” – Tari (e Tares), interessi
“3946” – Tari (e Tares), sanzioni
“3950” – tariffa
“3951” – tariffa, interessi
“3952” – tariffa, sanzioni

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.